Sintomi anemia: gravidanza falciforme e nei bambini

Anemia: cosa sapere? L’anemia è una problematica dove il sangue è rilevabile in numero più basso rispetto a quello normale dei globuli rossi ed è una condizione che ogni anno colpisce un numero rilevante di persone. Può verificarsi anche se i globuli rossi non contengono quantità sufficienti di emoglobina. Quest’ultima è una proteina ricca di ferro e che da al sangue quella sua colorazione rosso vivo. Tale proteina è un ausilio per i globuli rossi perché aiuta a trasportare l’ossigeno dai polmoni al resto del corpo.

Sintomi anemia: gravidanza falciforme e nei bambini

Sintomi anemia

Cos’è l’anemia?

Una persona affetta da anemia presenta un organismo che non riceve abbastanza sangue ricco di ossigeno, pertanto il risultato sarà una prevalenza di sintomatologia che si traduce in stanchezza generale accompagnata successivamente da altri sintomi. Un’anemia grave o di durata lunga invece può danneggiare anche il cuore, nonché il cervello e gli altri organi del corpo umano. Inoltre c’è da considerare l’ipotesi della morte.
Il sangue è formato da diverse parti, inclusi i globuli bianchi,i globuli rossi, le piastrine e il plasma ossia la porzione fluida del sangue.

I globuli rossi hanno una forma simile a quella di un dischetto, trasportano l’ossigeno e sono fautori dell’eliminazione dell’anidride carbonica dall’organismo. Tali nascono dal midollo osseo ossia un tessuto spugnoso sito all’interno delle ossa. I globuli bianchi e le piastrine sono anch’essi frutto del midollo osseo, ma i globuli bianchi hanno il compito di combattere le infezioni mentre le piastrine unendosi “sigillano” piccole ferite oppure le rotture dei vasi sanguigni fermando le emorragie. Ma con alcuni tipi di anemia è possibile rilevare un basso numero di tutti e tre i tipi di cellule del sangue poc’anzi descritte. Infatti l’anemia si distingue per tre cause principali, ossia la perdita di sangue, la mancanza di produzione di globuli rossi e la distruzione quasi nella totalità degli stessi. Generalmente queste cause sono dovute a molte malattie o per via di altri fattori che possono rendersi utili nell’influenzare l’attività del nostro organismo.

I sintomi e i segni dell’anemia

Il sintomo maggiormente riscontrato dell’anemia è la stanchezza e la sensazione di debolezza pertanto se si viene colpiti da questo disturbo potrebbe risultare difficoltoso trovare le energie per fare le normali attività quotidiane. I sintomi e i segni dell’anemia comunque comprendono:

  • Mancanza di fiato;
  • Vertigini;
  • Emicrania;
  • Pelle di colorito spento, pallida;
  • Freddo nelle mani e nei piedi;
  • Dolore toracico;

Questa sintomatologia si presenta a causa dello sforzo in più che deve fare il cuore per pompare sangue ricco di ossigeno attraverso tutto il corpo. Un’anemia di tipo lieve o moderata può causare sintomi a loro volta molto lievi o anche del tutto assenti.

Complicazioni dei sintomi dell’anemia

Svariate persone che presentano come condizione l’anemia possono notare delle complicazioni dei sintomi, com’è il caso delle aritmie, e cioè un problema che riguarda la velocità o il ritmo del battito cardiaco. Col passare del tempo queste aritmie possono danneggiare il cuore portando l’individuo ad una insufficienza cardiaca. Tuttavia l’anemia si distingue dal fatto che ha la facoltà di poter danneggiare altri organi del corpo umano proprio perché il sangue non ha abbastanza ossigeno da offrire.
L’anemia, in presenza di cancro, HIV/AIDS può inoltre indebolire le persone rendendo i trattamenti non abbastanza  efficaci. Essa si avvale della facoltà di causare numerosi altri problemi con ulteriore nascita di nuovi sintomi come per le persone che soffrono di malattie renali, i quali si dovranno fronteggiare con problemi cardiaci possibili. Pertanto specialmente in quei soggetti predisposti ed esposti a possibili nuove complicanze dovrebbero rivolgersi immediatamente da uno specialista per affrontare i trattamenti e i rimedi del caso.

I sintomi dell’anemia durante la gravidanza

La sintomatologia più comune dell’anemia durante la gravidanza si riconosce da:

  • Pelle, labbra e unghie di un colorito pallido;
  • Sensazione di stanchezza;
  • Sensazione di debolezza;
  • Mancanza di fiato;
  • Vertigini;
  • Problemi di concentrazione;
  • Tachicardia;

Durante le prime fasi dell’anemia, i sintomi non saranno così evidenti. Anzi, molti dei sintomi sono quelli riscontrabili durante la gravidanza, infatti una donna pur non essendo anemica ha gli stesso sintomi. Pertanto si rivela d’aiuto effettuare degli esami del sangue di routine per scongiurare l’ipotesi e in caso, curandola senza problemi prevenendola in tempo.

Sintomi anemia falciforme

Di seguito verranno esposti i sintomi dell’anemia falciforme, partendo dai neonati, passando dai bambini e terminando con gli adolescenti/adulti.

I più comuni sintomi dell’anemia falciforme pertanto includono, per i neonati:

  • Febbre;
  • Gonfiore delle mani e dei piedi;
  • Dolore addominale, al torace, agli arti e alle articolazioni;
  • Sangue dal naso e frequenti infezioni delle vie respiratorie superiori;

Per quanto concerne i bambini il dolore invece è il sintomo più lamentato. Può differenziarsi in dolore acuto, cronico o grave e solitamente da problematiche di tipo ortopedico alle gambe e alla bassa schiena. Inoltre nei bambini i sintomi includono:

  • Stanchezza;
  • Mancanza di respiro;
  • Irritabilità;
  • Ittero, ossia una colorazione giallastra di pelle e della parte bianca degli occhi;

In età adulta o adolescenziale i sintomi possono continuare dall’infanzia ma ulteriormente possono sperimentare:

  • Pubertà ritardata negli adolescenti;
  • Grave dolore alle articolazioni;
  • Anemia progressiva;
  • Piaghe;
  • Problemi di tipo oculistico;

Considerazioni finali in merito alle varie tipologie di anemia

L’anemia per l’enorme portata di problemi e sintomi è una malattia che necessita obbligatoriamente del controllo medico. Il trattamento dell’anemia dipende dal tipo di anemia che sia ha, dalla causa e dalla gravità della condizione quindi esistono diverse opzioni da preferire per curare l’anemia. Si potrebbero quindi includere nella cura cambiamenti dietetici, integratori, medicinali o procedure ospedaliere. Infatti soltanto un aiuto specialistico saprà fornire le cure del caso, ma l’obbiettivo del trattamento è quello di aumentare la quantità di ossigeno che il sangue può trasportare. Ciò avviene con un aumento dei globuli rossi e i livelli di emoglobina in base al caso. Anche i livelli bassi di vitamina e ferro  possono causare un qualche tipo di anemia. Pertanto alzare il livello di vitamina o del ferro, con un giusto apporto energetico, quando essi si dimostrando non nella norma, si rivela una condizione d’obbligo.

Informazioni dedicate ai sintomi che può presentare l'anemia.

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo sintomi anemia: gravidanza falciforme e nei bambini

Informazioni sulla anemia

Grazie per queste informazioni ho bisogno di sapere tante cose perchè dall' infanzia soffro dell'anemia. Grazie.

Lascia il tuo commento: