Sintomi ictus

Le informazioni circa i sintomi dell’ictus possono rivelarsi utili per salvare la vita ad una persona. E’ necessario quindi conoscere i sintomi generali dell’ictus poichè ad esempio un trattamento tempestivo entro i 60 minuti dall’attacco di ictus può prevenire la disabilità.

L’ictus è considerato come causa di morte e come principale portatore di gravi disabilità a lungo termine nei soggetti adulti. Fortunatamente esistono trattamenti, rimedi e cure che possono ridurre notevolmente i danni e le problematiche causati da un plausibile ictus.

Sintomi ictus

Ictus sintomi

Cos’è l’ictus?

Può esser definito e chiamato “attacco cerebrale” l’ictus e si verifica quando le cellule cerebrali iniziano a decadere perché non ottengono l’ossigenazione di cui hanno bisogno, nonché delle sostanze nutritive che hanno il compito di farle funzionare.

I sintomi più comuni dell’ictus

In presenza di una sintomatologia da ictus è bene chiamare tempestivamente il numero di emergenza. I sintomi più comuni dell’ictus sono i seguenti:

  • Improvvisa difficoltà a parlare;
  • Disturbi visivi improvvisi;
  • Problemi improvvisi con la deambulazione o problemi di equilibrio;
  • Confusione improvvisa, difficoltà a capire cose semplici;
  • Forte mal di testa improvviso;

I sintomi però possono variare in base alla causa dell’ictus, ossia se dipende da un coagulo di sangue, da un ictus emorragico e quanto grave esso si rivela.

I sintomi di un piccolo ictus

Non risulta affatto facile per le persone saper riconoscere i sintomi di un piccolo ictus. Infatti si potrebbe incappare nell’errore di pensare erroneamente a sintomi tipici della vecchiaia, oppure confusi con quelli simili ad altre condizioni.

Pertanto se si avverte una sintomatologia di ictus che prevede le seguenti casualità si raccomanda di consultare il medico:

  • Improvviso intorpidimento, debolezza, formicolio, perdita di movimento in faccia, nella braccia o sulle gambe, soprattutto in quei casi ove si verificano solo su un lato del corpo;
  • Improvvisa difficoltà a parlare;
  • Disturbi visivi improvvisi;
  • Confusione improvvisa;
  • Difficoltà nel capire gesti ed istruzioni semplici;
  • Forte mal di testa improvviso;

Viene meglio definito  come un “attacco ischemico transitorio” ed i sintomi sono molto simili a quelli di un vero e proprio ictus. Tuttavia tendono a scomparire nel giro di 10 minuti massimo 20. Però non vi è nessun modo per capire se i sintomi sono causati realmente da un ictus oppure da un attacco ischemico transitorio.

Tipi di ictus

Esistono vari tipi di ictus e di seguito verranno spiegati in maniera generale. L’ictus ischemico ha la possibilità di realizzarsi quando l’apporto di sangue ad una parte del cervello è bloccato da un coagulo si sangue  o da una sostanza grassa. Mentre un’emorragia all’interno del cervello si manifesta con un ictus emorragico. Ciò infatti accade quando un vaso sanguigno  scoppia all’interno del cervello oppure sulla superficie del cervello, quest’ultima accade però più raramente. L’attacco ischemico transitorio poi si differenzia dagli altri tipi perché presenta sintomi solo temporanei. Si verifica quando l’afflusso del sangue al cervello si interrompe per un breve lasso di tempo.

Trattamento dell’ictus

Un regolare controllo medico, l’uso di farmaci e un cambiamento dello stile di vita sono i migliori trattamento per l’ictus e per i suoi sintomi di cui si dispone oggi. I controlli regolari generalmente si concentrano sulla misurazione della pressione arteriosa e sui livelli di colesterolo. Per quanto riguarda l’uso di sostanze mediche solitamente vengono prescritti degli antiaggreganti o degli anticoagulanti, questi ultimi nei casi di ictus di tipo ischemico ossia quelli generati da coaguli di sangue. Questi farmaci sono considerati molto potenti e possono avere pertanto effetti collaterali significativi ed anche gravi pertanto si richiede l’accompagnamento all’assunzione controllato e regolato da uno specialista. Per quanto concerne invece i cambiamenti dello stile di vita si deve porre attenzione alla dieta, infatti va modificata e adattata, varia e a basso contenuto di grassi saturi, priva di alcol, sale mentre ricca di fibre, verdura e frutta. Ovviamente il fumo di tabacco va assolutamente evitato mentre la gestione dello stress è già qualcosa di inevitabile, ma appunto gestibile. Grazie a diverse strategie di esercizio, al cambiamento di mentalità in diverse situazioni, meditando e concedendosi momenti di relax.
L’esercizio fisico infine contribuirà sicuramente a regolare il peso e a migliorare la circolazione.

Considerazioni finali sui possibili sintomi dell'ictus:

I sintomi di un ictus, se non opportunamente riconosciuti, possono far credere alla persona di soffrire di un’altra condizione, portandolo erroneamente anche ad ignorarla. Essendo una problematica assai pericolosa e difficilmente distinguibile da un più piccolo attacco ischemico transitorio, proprio per la presenza di sintomi già sopra elencati, è raccomandabile porre estrema attenzione al presentarsi di alcuni sintomi citati proprio per avere una piena coscienza di quello che si sta affrontando. In presenza comunque di un ictus è obbligatorio contattare immediatamente il numero d’emergenza, perché di fatto si è di fronte ad una condizione che può rivelarsi estremamente pericolosa ma che se invece rilevata in tempo offre buone possibilità di guarigione.

Informazioni utili per riconoscere i possibili sintomi di un ictus.

Malattie

Lascia il tuo commento: