Sintomi mestruali

Come sapete, i sintomi mestruali si presentano fin dalla prima volta e variano da donna a donna. Non è sempre così però: alcune donne presentano pochi o nessun sintomo tipico. Altre donne possono sperimentare una serie di sintomi, emotivi o fisici, su cadenza regolare. Tenete presente che non tutti i sintomi mestruali sono negativi: in molte donne e ragazze compaiono diversi sintomi mestruali positivi. Parlate con il medico se notate che i sintomi sono molto gravi, come ad esempio crampi intensi: potrebbe essere il segno di una malattia o di un problema ginecologico. Quali sono i segni e i sintomi delle mestruazioniIl sanguinamento dalla vagina è il segno principale delle mestruazioni.

  • vi sentite stanche o come uno straccio
  • Siete lunatiche o tristi
  • State per piangere
  • Vi sentite impazienti o ansiose
  • Siete distratte
  • Vi sentite irritate
  • Siete felici di essere donne
  • Provate un po’ di disgusto per l’intero ciclo mestruale
  • Sensazione di collera perché le mestruazioni compaiono in un momento inopportuno
  • Vi sentite imbarazzate al pensiero che qualcuno scopra che avete il ciclo mestruale
  • Volete essere lasciate sole
  • Sensazione positiva
  • Vi sentite donne


Sintomi mestruali fisici


Flusso mestruale

Il flusso mestruale normale segue uno schema “ascendente-discendente”, ciò significa inizialmente è moderato, poi aumenta e a poco a poco diminuisce. Un flusso abbondante che si manifesta all’improvviso o quantità superiori a 80 ml sono denominate “ipermenorrea” o “menorragia” e si verifica per disturbi ormonali, anormalità dell’utero, come leiomioma uterino o cancro, e altre cause. I medici chiamano il fenomeno opposto, vale a dire un sanguinamento scarso, “ipomenorrea”.

Durata dele mestruazioni

Solitamente una donna sanguina per due-sette giorni all'inizio di ogni ciclo mestruale. Un sanguinamento prolungato (“metrorragia''' o anche' “meno-metrorragia”) non consente di fare una stima della durata. Il sanguinamento uterino disfunzionale è ormonale e causato da disturbi emorragici. Il sanguinamento uterino disfunzionale si verifica in genere se siete in premenopausa e non ovulate normalmente (si parla in questo caso di cicli anovulatori). Tutte queste manifestazioni emorragiche hanno bisogno di cure mediche, ma possono indicare squilibri ormonali, fibromi uterini, o altri problemi. Poiché se siete incinte potete sanguinare, fate un test di gravidanza se notate un sanguinamento anomalo.

Sindrome premestruale

Circa l'85% delle donne ha segnalato alcuni cambiamenti emotivi o fisici in tutto il periodo del ciclo mestruale. Se questi sintomi fisici ed emotivi sono gravi, potrebbe essere un segno della sindrome premestruale, che si verifica di solito una o due settimane prima delle mestruazioni, ed è causata dai livelli ormonali che aumentano o diminuiscono appena prima che inizi il ciclo.

Due tipi di sindrome premestruale

Primo tipo:

Il primo tipo di sindrome premestruale è caratterizzato da sintomi che durano fino all’inizio delle mestruazioni, quali:

  • Ansia
  • Irritabilità e 
  • Cambiamenti d’umore.

Si ritiene che siano legati all'equilibrio tra estrogeno e progesterone. Se c'è un aumento di estrogeni compare l'ansia, mentre durante il dominio del progesterone può presentarsi la depressione.

Secondo tipo:

Il secondo tipo di sindrome premestruale è caratterizzato da:

  • Voglia di zuccheri
  • Stanchezza 
  • mal di testa

Oltre allo zucchero, potreste desiderare cioccolato, pane e riso bianco, dolci e pasta, cioè carboidrati raffinati. Queste voglie sono probabilmente causate dal fatto che siete maggiormente reattive all'insulina e i livelli degli ormoni sono più alti prima del ciclo mestruale. In poche parole questi desideri indicano che avete bisogno di combustibile. Una dieta ben fatta con carboidrati complessi consentirà di far arrivare un flusso costante di energia al cervello e impedire che nel sangue ci siano picchi alti e bassi di glucide. Aiuterete così il corpo ad avere un equilibrio.


Ragioni per cui avete i sintomi durante il periodo mestruale

Si stima che circa l'80% delle donne soffre di dolore o prova una sensazione di disagio durante periodo mestruale, eppure ogni donna in tutto il mondo, in qualche misura, avverte i sintomi tipici delle mestruazioni. Scoprire i processi fisici alla base del ciclo mestruale e come funziona, ci aiuta a capire meglio come i trattamenti si rivelano utili perché eliminano o diminuiscono il fastidio del ciclo. Il ciclo mestruale è un elemento importante della riproduzione. 

Descrizione del processo

Le mestruazioni iniziano con il rilascio di un ovulo, o uovo, da una delle ovaie situate su entrambi i lati dell'addome nella zona pelvica inferiore. Anche altri organi vitali occupare anche questo spazio nel corpo: vescica, reni, utero e intestino. È davvero una zona affollata, con gli organi che si restringono ed espandono nei loro diversi processi. Una volta al mese, un ovulo è liberato da un'ovaia e attende in un tubo di Falloppio, in cui l'ovulo viaggia pochi giorni fino a che non arriva nella camera dell'utero. Nel frattempo, l'utero ha preparato un ambiente accogliente per un possibile ovulo fecondato, in modo che possa diventare un bambino. Il corpo si prepara per questo evento formando un rivestimento ricco di sangue intorno alle pareti dell'utero.


Esiste un modo per alleviare questi sintomi?

I crampi uterini sono i sintomi più comuni e fastidiosi che possiate provare durante le mestruazioni.

Ci sono due tipi di crampi:

  • Spasmodici
  • Congestivi.

Crampi spasmodici

Si ritiene che siano causati dalle prostaglandine, sostanze chimiche che influiscono sulla tensione muscolare. Alcune prostaglandine rilassano i muscoli, mentre altre li fanno contrarre. Alimenti come verdure e pesce, ad alto contenuto di acido linoleico, aumentano le prostaglandine per favorire il rilassamento dei muscoli.

Crampi congestivi

Fanno trattenere al corpo liquidi e sale. Per contrastare questo tipo di crampi, evitate:

  • Grano 
  • Prodotti lattiero-caseari
  • Alcool
  • Caffeina e 
  • zucchero raffinato.

Farmaci senza prescrizione

  • Paracetamolo (come ad esempio Tachipirina ed Efferalgan)
  • Farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) come ibuprofene e naprossene
  • Aspirina (anche un farmaco anti-infiammatorio non steroideo), come la Bayer.

Suggerimenti per la vostra sicurezza

Assicuratevi di seguire questi consigli utili per la vostra salute quando assumete un farmaco da banco:

  • Leggete attentamente e seguite tutte le istruzioni presenti sul flacone della medicina e sulla scatola.
  • Non prendete una dose superiore a quella raccomandata.
  • Non assumete un farmaco se avete avuto una reazione allergica in passato.
  • Se vi è stato detto di evitare un medicinale, chiamate il medico prima di prenderlo.
  • Se siete o potreste essere incinte, non prendete altri farmaci oltre il paracetamolo a meno che non ve l’abbia detto il medico

Rimedi per i sintomi 

Per alleviare i crampi, è sempre meglio provare prima rimedi naturali invece dei farmaci:

  • Esercizio fisico
  • Calore
  • Dispositivi interni
  • Dieta
  • Rilassatevi

Esercizio fisico

Aumentate l'esercizio fisico per migliorare la circolazione sanguigna e l’ossigeno in tutto il corpo, compreso il bacino.

Calore

Mantenete la pancia al caldo con una borsa dell’acqua calda o una bottiglia per alleviare i crampi.

Dispositivi interni

Evitate di usare assorbenti interni così come l’IUD (spirale intrauterina) come metodo contraccettivo, perché aumentano i crampi.

Dieta

  • Evitate di mangiare carni rosse, zuccheri raffinati (dolci), latte e cibi grassi.
  • Mangiate molta verdura fresca, cereali integrali, noci, semi e frutta.
  • Evitate la caffeina perché restringe i vasi sanguigni e la tensione aumenta.
  • Bevete un infuso alla radice di zenzero (soprattutto se siete stanche.)
  • Mettete pepe di Caienna sul cibo: è un vasodilatatore e migliora la circolazione.

Rilassatevi

  • Prendetevi del tempo per voi stesse riducete lo stress con la meditazione, con un massaggio, o un bel bagno con le bolle.
  • Fatevi fare un massaggio

I sintomi mestruali

Concludendo, l’intensità dei sintomi mestruali varia da persona a persona. Non è detto che soffriate per il ciclo mestruale, ma in tal caso potete provare I rimedi indicati o, se il dolore è troppo forte, ricorrere ai farmaci da banco. In questo modo allevierete il dolore e vi sentirete meglio.

I sintomi mestruali non sono sempre legati al dolore.

Malattie

Lascia il tuo commento: