Sopracciglia perfette: Fai da te

Quali sono le sopracciglia perfette? Come si possono depilare correttamente le sopracciglia e quali sono gli strumenti del mestiere?

Sopracciglia perfette? Sì, ma qual'è la perfezione? Secondo chi e secondi e secondo quali canoni di bellezza? Non è comunque perfetta Frida Khalo anche con un ostentato "monociglio" e baffetto incolto? Le sopracciglia messe a posta dalla natura con la funzione di proteggere gli occhi dal sudore, sono però esteticamente anche uno degli elementi fondamentali che danno una caratteristica particolare al viso e che ci identificano nei nostri stati di umore e nella nostra persona.

Sopracciglia perfette: Fai da te

Sopracciglia perfette

Cosa sono le sopracciglia?

Le sopracciglia o sopraccigli sono peli setolosi che rivestono il sopracciglio. Esse hanno una lunghezza di 6-10 mm e un diametro di 0,5-0.9 mm. La superficie è di sezione è angolosa. Sono impiantate obliquamente, con l'apice rivolto lateralmente ed il loro colore è leggermente più scuro di quello dei capelli. Quindi distinguiamo le sopracciglia o sopraccigli dal sopracciglio che non sono la stessa cosa. Ma che cosa è il sopracciglio? Il sopracciglio è la sporgenza muscolocutanea pari, arcuata, che separa la fronte dalla palpebra superiore.

Elemento di espressività facciale o mimica

Le sopracciglia aggrottate dimostrano la rabbia o il disappunto, quelle che agli estremi vanno verso il basso esprimono la tristezza, e danno languore allo sguardo, sopracciglia folte danno allo sguardo una presenza molto intensa e passionale, le sopracciglia negate, eliminate o ridotte all'invisibilità e bionde danno al viso una illeggibilità e ieraticità tipica degli angeli e anche inquietante.

Questa possibilità straordinaria di esprimere emozioni ci è data grazie ad un piccolo muscolo detto Muscolo Corrugatore del Sopracciglio, la cui definizione, presa dal dizionario enciclopedico della medicina, è: «Piccolo muscolo curvo, a concavità inferiore, situato nel sopracciglio, la cui azione porta medialmente e in basso la pelle del sopracciglio producendo in questa e nello spazio intersopraccilgliare pieghe verticali.»

Grazie a questa peluria e a questo muscolo siamo in grado esprimere gioia, tristezza, rabbia, dolcezza, una infinità di emozioni.

Per gli amanti della saga Star Trek il vulcaniano dottor Spok non sarebbe lui senza il movimento del suo sopracciglio destro; per il mondo dei "manga", i famosi fumetti giapponesi, gli occhi nella forma e nella grandezza esprimono le caratteristiche di un personaggio: occhi grandi e sopracciglia lontane e morbide e rotondeggianti sono per i buoni, ai cattivi sono riservati occhi piccoli e ravvicinati con sopracciglia folte e aggrottate; e si potrebbe continuare con questi esempi scrivendo libri interi...

Prendendo spunto dalla storia antica e dai classici, il romano Seneca nella sua "Medea" descriveva l'eroina negativa, colpevole dell'uccisione dei figli e dell'adolescente Creusa, per vendetta e per punire il marito traditore del letto coniugale con la giovane Creusa, Figlia del Re Creonte. "Medea", descritta come una donna proveniente da una terra lontana, selvaggia e poco civile, viene disegnata dall'autore come grossa, poco aggraziata e con una folta peluria sugli occhi che si unisce in un animalesco "monociglio". Ovvio l'intento di Seneca di rendere ancora più cattiva ai nostri occhi l'opera della Maga della Colchide, quasi a insinuare l'idea dell'animalesco pelo primitivo come segno della fera assetata di sangue e di vendetta. Se andiamo a vedere come venivano raffigurate le dee della prima storia dell'umanità o preistoria avremmo delle sorprese senz'altro, rispetto ai lineamenti di corpi opulenti, con seni e fianchi prosperosi e formosi, raffigurate con un arco sopraccigliare ben marcato.

Sicuramente per gli uomini dell'età del ferro e anche nelle ere precedenti disegnare la Dea con queste fattezze era simbolo di forza, di saggezza e di forza creatrice nel senso di creatività.

Il contrario di quello che ci ha portato ad esaltare "l'evoluzione" umana ai nostri giorni: corpi di donne scheletriche sempre più esili, senza le forme femminili "naturali", che seguono le varie mode a cui ognuna si deve adeguare, col risultato che invece di avere tante forme e tante originalità ed unicità siamo tutte uguali: pettinate e truccate nello stesso modo, vestite nello stesso modo, pensanti allo stesso modo.

Inseguiamo modelli femminili come certe Top Model, il più delle volte donne filiformi, fino ad arrivare a casi estremi di corpi che addirittura non hanno più la capacità di riprodursi per via della loro denutrizione, sono numerosi i casi di modelle tossicodipendenti e, a volte, dipendenti da alcool e fumo, con vite vissute assolutamente al limite dall'essere definite tali.

Il modello della perfezione

E in tutto questo la perfezione dov'è? E soprattutto cos'è? Sicuramente raggiungere la perfezione non significa svilire la propria forma e la propria natura originaria, nel nome e per seguire degli osceni stereotipi imposti da una società del finto benessere.

Un modello sano di "donna modella/o" e di stile di vita per fortuna c'è, date un'occhiata sul web alle meravigliose donne che formano il gruppo chiamato Curvy Can e vedrete negli occhi di queste "donne vere" una luce speciale. Sono: Elisa D'Ospina, Mjriam Bon, Eleonora Finazzer, Marina Ferrari, Aija Barzdine, Valentina Fogliani. Modelle dai 19 ai 35 anni che hanno trovato posto sulle passerelle internazionali della Moda Internazionale con taglie adeguate alla loro altezza.

Cosa fare per avere sopracciglia sempre in ordine?

Prima di tutto la cosa che semplicemente si può iniziare a fare è osservare bene la forma del viso e vedere come sono disposte le sopracciglia e come incorniciano il viso. Senza depilare le sopracciglia possiamo semplicemente pettinarle verso l'alto seguendo la loro linea o correggendola se la volessimo cambiare.

Provate a fare esperimenti, semplicemente spettinando le sopracciglia vi accorgerete come cambia l'estetica del viso, e se per esempio le pettinaste verso il basso vi accorgerete di quanta stanchezza in più viene messa sui nostri occhi.

Depilare le sopracciglia

Le prime volte che intendete depilare le sopracciglia sarebbe bene rivolgervi ad una brava estetista, se è brava ve ne accorgerete da come sono le sue clienti. Esistono anche delle estetiste che hanno la tendenza a depilare sopracciglia tutte uguali senza studiare prima il viso del cliente. Se vedrete sopracciglia tutte fatte allo stesso modo lasciate perdere e cercate un'altra estetista.

Se poi vi proponessero una depilazione con l'uso della ceretta, lasciate perdere la proposta, a meno che il vostro non sia un caso di peluria antiestetica molto estesa anche alla fronte da eliminare più facilmente in questo modo, ma in generale la forma alle vostre sopracciglia va data con le pinzette e con l'ausilio di un occhio esperto, come quello che hanno le brave professioniste del settore. Assolutamente sconsigliata anche l'idea di sottoporvi ad un depilazione che dia una forma definitiva e permanente negli anni alla forma del sopracciglio, niente di più sbagliato! Con gli anni i lineamenti cambiano e si modificano, e quello che andava bene cinque o dieci anni prima sul nostro viso potrebbe rivelarsi esteticamente poco adatto al nostro aspetto attuale. Senza contare che se abbiamo depilato definitivamente la peluria del sopracciglio al minimo seguendo una moda del momento, potremmo pentirci a vita e sentirci fuori posto se desiderassimo sopracciglia mediterranee e calienti.

Possiamo inventarci di tutto e divertici con piercing e con disegni e depilazioni particolari, ma tutto ci deve permettere di tornare indietro e cambiare il nostro viso se e quando lo desideriamo.

Il discorso vale anche per i signori maschietti a cui la moda attuale non rifiuta niente (per fortuna) non solo sopracciglioni foltissimi e spettinati alla Elio di Elio e le Storie Tese, ma anche la possibilità di rendere più morbida la cornice del viso modificando la forma delle sopracciglia con una attenta depilazione con le pinzette di quello che si ritiene pelo superfluo. Senza contare il piercing al sopracciglio o le linee create rasando le sopracciglia all'esterno.

Sia che siamo femminucce o maschietti desiderosi di mettere mano alle sopracciglia i consigli sono uguali. Le prime volte però affidiamoci alle coccole di un'estetista brava o bravo. Poi a casa potremmo semplicemente seguire la linea data.
Se invece vogliamo fin da subito procedere al Fai - Da - Te, le tecniche che possiamo seguire sono differenti.

Nel mondo del web ci sono moltissimi consigli e video che spiegano come procedere a questa delicatissima operazione. Disegnare le sopracciglia con la forma che vorremmo e cancellare con un correttore quelle che vorremmo togliere per studiare bene il lavoro e il disegno da seguire.

Attenzione alle delicate operazioni di correzione in genere abbiamo un sopracciglio diverso dall'altro, per esempio uno più su, o uno più corto, e quindi dobbiamo decidere quello che ci piace di più e adeguare l'altro di conseguenza, a meno che non ci vada bene mantenere la nostra naturale asimmetria. Dopo aver definito bene cosa vogliamo possiamo procedere con le pinzette per togliere il superfluo.

La tecnica delle tre linee

Questa va bene soprattutto per chi vuole ottenere sopracciglia ad ali di gabbiano, così chiamate in genere le sopracciglia che si usano di più, per intenderci quelle che sono più grosse verso il naso, che si sollevano verso l'esterno e che poi finiscono più fini alla fine verso le tempie.

Aiutiamoci con una matita:

  1. Con la matita posizionata in verticale su un lato del naso vediamo quale sarebbe una linea immaginaria che parte dal naso e arriva alle sopracciglia interne, cioè all'attaccatura del naso.
  2. Facciamo un segnetto con la matita per ogni punto che troviamo. Da lì dovranno iniziare le sopracciglia.
  3. Ancora con la matita disegniamo una linea che parte sempre dal naso e arriva fino alla pupilla verso l'esterno, da lì il sopracciglio dovrà iniziare a salire.
  4. Con la matita, partendo sempre dal naso, arriviamo alla fine dell'occhio, da lì le sopracciglia dovranno finire.

Ma non solo ali di gabbiano per la moda

Se dovessimo studiare la moda dal 1900 ad oggi vedremmo come le donne hanno cambiato il loro sguardo modificando questa cornice del viso.

I languidi sguardi degli anni del cinema muto nei primi del 900, fino alle finissime linee degli anni 60, o la completa depilazione o decolorazione degli anni 60 e 70 per poi ridisegnarle con la matita, su donne sempre più indipendenti e alla ricerca di una loro affermazione, lo sguardo caliente e folto degli anni '80, gli anni dei movimenti: New Romantic, Paninari, Metallari, Dark, gli anni dei capelli cotonati corti e con spalline improponibili su vitini finissimi.

Ciò che è stato in passato viene spesso anche riutilizzato ai nostri giorni, in fondo non inventiamo mai niente di nuovo.

A volte tornano di moda

Sulle passerelle dell'alta moda vediamo oggi modelle con le sopracciglia decolorate come le nostre madri facevano imitando per esempio la grande diva Mina che negli anni 60 e 70 depilava o schiariva le sopracciglia, e che ridisegnava con l'uso della matita.

Anche nel nostro trucco possiamo rinforzare il disegno dell'arco sopraccigliare con l'uso della matita. Attenzione a scegliere la matita adatta a questo fine. Non sono comuni matite per occhi, ma sono matite più dure, e di diverse colorazioni, dal nero, al grigio e al beige. Sono fornite anche di un adatto pennello per ritoccare e pettinare le sopracciglia.

Utile a mantenere la forma data nel pettinare le sopracciglia esistono anche dei fissanti appositi, come delle lacche o fissanti per il trucco, la matita permette di coprire i "buchi" di peluria che possono essere sia naturali, oppure causati da una mano azzardata nel togliere troppe ciglia... a volte succede.

La matita può essere usata anche quando il nostro desiderio non è di togliere ma ampliare per avere una forma delle sopracciglia più ampia.

Gli strumenti per la cura delle sopracciglia

Oltre alla matita, gli strumenti per pettinare e definire le sopracciglia sono differenti. Dalle già nominate pinzette, abbiamo anche vari pettinini e scovolini, ma non disprezzate anche uno strumento di riciclo, è poco fine magari, ma l'uso di uno spazzolino da denti non più in uso, potrebbe stupirvi del risultato.

Infine non sarebbe male eseguire tutte queste operazioni con uno specchio che ingrandisce l'immagine per avere una maggiore precisione.

Prima e dopo la depilazione

Sarebbe bene usare prima della depilazione, e anche dopo, una crema a base di calendula per evitare spiacevoli arrossamenti e irritazioni e proseguire per un paio di giorni di seguito l'applicazione della crema alla calendula. Rivolgetevi ad una farmacia per l'acquisto della pomata, in genere quella migliore è quella che contiene almeno il 10% di calendula. È comunque un buon suggerimento per qualsiasi tipo di depilazione, un segreto della mia estetista di fiducia.

Un consiglio che viene dato comunemente è di non togliere mai le sopracciglia sopra l'arcata sopraccigliare, a meno che non sia assolutamente necessario.

 

A cura di
Alessandra Leo

Sopracciglia perfette, cura e depilazione delle sopracciglia

Bellezza corpo: uomo donna

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo sopracciglia perfette: Fai da te

Sopracciglia perfette

Veramente e finalmente un consiglio ben scritto

Lascia il tuo commento: