Stiratura capelli ricci

Nel panorama dell'Hair Style le soluzioni per tentare di risolvere le necessità delle chiome più differenti sono davvero tante e sempre in evoluzione praticamente fino ad arrivare perdersi. Sono anche molto differenti, e anche molto discordanti i pareri e i consigli. In effetti l'unico modo per capire quale sia la soluzione migliore, per ognuna di noi, a qualsiasi problema, alla fine è solo l'esperienza che può derivare da tanti tentativi e nuovi esperimenti, che ribadisco mai FAI DA TE e SOLO rivolgendoci a professionisti esperti del settore.

Il motivo di tanta poca oggettività, come anche il predominare della soggettività assoluta in materia, è dato dal fatto che per fortuna la natura ci ha creato tutte diverse, ognuna con la sua forma e tutte meravigliose creature, io aggiungo! Il compito di ognuna di noi è esaltare questa forma e valorizzarla.

Osservando così i differenti tipi di stiratura per capelli ricci che sono in circolazione oggi, contrassegnati da dei nomi molto affascinanti e legati a una tipologia di capello come ad esempio: Brasiliana, Giapponese, Coreana, Africana e via dicendo, mi sono chiesta il perché di tanti tipi di stiratura o lissage differenti e perché tante dissonanze nei risultati da parte delle “clienti” dei trattamenti. Un caso eclatante di cui ho letto in questi giorni, e che forse è l'eccezione che conferma la regola, è quello di una ragazza che parlava della sua esperienza. 

Stiratura capelli ricci

Stiratura capelli ricci

Si presentava come una ragazza giovane, con un capello che lei definiva “etnico”, e per spiegare meglio il caso specificava che i suoi capelli bagnati le arrivavano sotto il bacino e asciutti, invece, per effetto del suo riccio naturale molto intenso, le arrivavano sotto le spalle... dei ricci spettacolari sicuramente.

Ma desiderando avere i capelli lisci, senza dover dedicare troppo tempo ogni giorno alla cura del capello, ha deciso di provare un trattamento - FAI DA TE - di stiratura permanente chiamato “TANGO” che le era stato consigliato da un'amica (il potere immenso del passaparola, la migliore e la più antica delle pubblicità), e caso incredibile un prodotto acquistato in un centro estetico (non dico dove), pagato molto poco... meno di 6 Euro e poi fatto fare con amore paziente e attento dalla suocera, che probabilmente ha un qualche passato di parrucchiera o di fatina dei capelli ribelli perché la ragazza era entusiasta e felicissima, nel descrivere il risultato.

È anche vero però che a cose fatte (da poco) la fanciulla scriveva la sua esperienza:

si, per dire che finalmente non doveva passare ore in sedute per districare e pettinare i capelli che avevano la tendenza ad aggrovigliarsi e a fare dei simpaticissim DRED o DREAD (si può scrivere in tutti e due i modi...) non richiesti anche in poco tempo e difficoltosi poi da eliminare.

si, che finalmente aveva, secondo lei, trovato il trattamento che aveva allisciato definitivamente i capelli dopo tanti tentativi da diversi parrucchieri,

ma: chiedeva anche se per caso qualcuno le sapeva dire se quel trattamento rovinasse i capelli e cosa ne pensassero gli altri.

A parte il caso di questa fortunata ragazza (finito bene, sembrerebbe), non bisogna assolutamente mai fare questo tipo di trattamento da soli in casa, ma per la nostra salute e quella del capello dobbiamo far fare certe manovre chimiche e acide solo da chi ha la conoscenza e l'esperienza per manovrare su vere e proprie bombe chimiche che vanno a contatto con il capello e pericolose però per la cute qundi ATTENZIONE!!!

Tornando al discorso della meravigliosa diversità di cui accennavo prima, tra i rivoluzionari strumenti e metodi che hanno invaso oggi il mercato dell'Hair Lissage, un prodotto che promette risultati eccellenti, e anche molto di moda in quest'ultimo periodo, è uno dei trattamenti originari del Brasile che porta il nome di “Spazzola

Progressiva” e che è sponsorizzata da tanti saloni ed Hair Stylist.

Uno in particolare ha nel web molto riscontro, penso soprattutto perché accompagnato da un sito molto ben fatto, chiarificatore e molto accattivante, si tratta del metodo Spazzola Progressiva di Claudia Pazzini da fare presso i Saloni e Parruchieri che effettuano i suoi trattamenti.

Nel sito viene spiegato che esistono diverse soluzioni per il Lissage delle differenti capigliature di partenza per arrivare al liscio intenso e curato promesso dalla Spazzola Progressiva, e differenzia le chiome in quattro grandi gruppi:

  • Natural;
  • Brunetta;
  • Blonde;
  • Afro.

specificando un prodotto e un metodo differente per ognuna di queste tipologie.

Ovviamente quello che richiederà un processo di elaborazione di posa e di tempi maggiori, sarà il trattamento per capelli definito di tipo Afro, per la consistenza stessa del capello, come è facile intuire, molto grosso, riccio intenso, ribelle e forte tendenza al crespo e all'effetto elettrizzato gonfio.

Quindi il trattamento sarà più forte e adeguato alle caratteristiche Afro o Etniche del capello, diverse da una tipologia di capello che possiamo definire Europeo e ancora differenti dall'altra tipologia, che è quella che potremmo definire Asiatica.

La Spazzola Progressiva tipo Afro, i trattamenti Lissage definititi Africani, e fatti per la maggior parte da parrucchieri esperti in questa tipologia di capello sono i trattamenti consigliati a chi si riconosce nelle caratteristiche di capello Etnico, molto riccio, grosso e tendente al crespo e elettrizzato, che necessitano di particolari trattamenti più forti e aggressivi.

Per queste sue caratteristiche chi ha un capello differente e si riconosce in altre tipologie di capello deve evitare questi trattamenti troppo forti.

Donne e uomini ricci, se proprio volete provare il liscio perfetto o naturale, si può fare, però comunque secondo me è meraviglioso e affascinante il mito del capello riccio e capriccioso; una figura emblematica e meravigliosa è per esempio la cantante africana Erika Badu nelle sue acconciature gonfissime e immense da far invidia al capellone anni '60/70.

 

A cura di:
Alessandra Leo

Capelli: bellezza capelli

Lascia il tuo commento: