Curare lo stress

Curare lo stress è importante? Ammettiamolo, chi di noi qualche volta non si è sentito almeno un po' stressato? In effetti, i ritmi della vita moderna sono tali che anche la persona più serafica e pacifica per carattere, di tanto in tanto si sente sotto pressione.

Curare lo stress è fondamentale poichè per molte persone lo stress è diventato una condizione cronica capace di minare il benessere psicologico, la vita sessuale e la salute fisica. Purtroppo, lo stress viene vissuto dai più come una parte inevitabile della vita quotidiana e vengono sottovalutati i suoi effetti deleteri sulla psiche e sul corpo: un grave errore perché lo stress può farci ammalare anche seriamente. Fortunatamente, si può fare molto per ridurre lo stress a livelli accettabili con gran beneficio del nostro benessere psicofisico.

Curare lo stress

Curare lo stress

Curare lo stress sul lavoro

Lo stress sul lavoro è un fenomeno relativamente nuovo della vita moderna. La natura del lavoro ha subito drastici cambiamenti nel secolo scorso e sta ancora cambiando a velocità vertiginosa. Lo stress da lavoro è una malattia cronica causata dalle condizioni sul posto di lavoro che influenzano negativamente un individuo sia sulle prestazioni che sul  benessere generale del corpo e della mente. Uno o più di una serie di malattie fisiche e mentali manifestano lo stress del lavoro. In alcuni casi, lo stress può essere invalidante. Nei casi cronici una consulenza psichiatrica è di solito richiesto per convalidare la ragione e i modi di contrastare stress.  Nei primi anni di lavoro fasi di stress può migliorare le prestazioni sul posto di lavoro, da cui la frase “Funziono meglio sotto pressione”. Tuttavia, se questa condizione è incontrollata e il corpo è troppo su di giri, le prestazioni peggiorano e la salute degenera.

Sintomi dello stress

I segni del lavoro dello stress variano da persona a persona, a seconda della situazione particolare, o per quanto tempo l'individuo è stato sottoposto a fattori di stress, e l'intensità della sollecitazione stessa.

I sintomi tipici del lavoro di stress possono essere:

  • Insonnia
  • Perdita della concentrazione mentale,
  • Ansia, stress
  • Assenteismo
  • Depressione,
  • L'abuso di sostanze, rabbia
  • Problemi familiari
  • malattie come malattie del cuore, emicrania, mal di testa, problemi di stomaco e problemi alla schiena.

Cause dello stress sul posto di lavoro

Lo stress può essere causato da un insieme complesso di ragioni. Alcune delle cause più visibili del posto di lavoro di stress sono:

  • precarietà del lavoro nei luoghi di lavoro: riorganizzazioni, acquisizioni, fusioni, downsizing e altri cambiamenti sono diventati più importanti fattori di stress per i dipendenti, le aziende cercano di vivere fino alla concorrenza per sopravvivere.
  • forte domanda di prestazioni: aspettative non realistiche, soprattutto nel momento della riorganizzazione aziendale, che, a volte, mettono pressioni insalubri e eccessivi per il dipendente, possono essere una straordinaria fonte di lo stress e sofferenza. Maggiore carico di lavoro, estremamente lungo lavoro di ore e intensa pressione per essere ai massimi livelli per tutto il tempo per la stessa paga, può effettivamente lasciare i dipendenti fisicamente ed emotivamente svuotati.
  • corsa eccessiva e troppo tempo lontano dalla famiglia .
  • tecnologia: l'espansione della tecnologia, computer, cercapersone, telefoni cellulari, fax e Internet, ha portato a maggiori aspettative per la produttività, velocità ed efficienza, aumentando la pressione sul singolo lavoratore ad operare costantemente a livelli di prestazioni di picco. Lavoratori che lavorano con macchinari pesanti sono sotto costante sforzo per restare vigile. In questo caso sia il lavoratore che i suoi familiari vivono sotto costante stress mentale.

Perché il cambiamento è costante nella vita, lo stress è parte integrante di esso, e per sopravvivere, dobbiamo aderire ad una sorta di adattamento.

Suggerimenti per sopravvivere e gestire lo stress sul lavoro

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti utili a lungo termine per sopravvivere allo stress:

  • Trascorrere del tempo con la famiglia. Questo può essere un’ottima fonte di sostegno emotivo e morale.
  • Evitare di abusare di alcol, fumo e di altre sostanze, mentre in condizioni di stress costante.
  • Sviluppare atteggiamenti positivi verso situazioni di stress nella vita. Rinunciare a tratti mentali negativi come atteggiamenti di paura, rabbia e vendetta, che in realtà germinano stress. Prova a tornare al relax olistico e a tecniche come la meditazione, la respirazione e gli esercizi, per rimodellare il vostro stile di vita.
  • In caso di stress cronico consultare un professionista.
  • Ridurre il posto di lavoro lo stress, celebrando le vostre realizzazioni o quelle dei vostri colleghi`.
  • Migliorare la comunicazione, l'efficienza e imparare da altre esperienze .
  • Provare la visualizzazione creativa: quando sotto grave stress, un individuo non riesce a prendere decisioni chiare, rivalutare e rivalutare le priorità e stili di vita, e in ultima analisi, tendono a cadere in distrazioni improduttive.
  • Rivalutare i vostri obiettivi e le priorità
  •  Coinvolgere altre persone in un ruolo di supporto. Riconoscere la propria umanità: ricordatevi che avete il diritto al piacere e il diritto a rilassarvi.
  • Identificare i fattori di stress nella vostra vita, come il lavoro, o la famiglia. Chiedere il sostegno dei vostri amici, familiari e anche consulenza nel ridurre lo stress
  • Assicuratevi che state seguendo un sano stile di vita: 1. Dormire un adeguato riposo e per mantenere i livelli di energia; 2. Garantire che si sta seguendo una sana, equilibrata dieta; una cattiva dieta può fare male o fare stare male. Limitare il consumo di alcol e caffeina; 3. Provare a riconoscere i vostri bisogni spirituali che potrebbero essere stati sepolti sotto occupazioni mondane .
  • sviluppare attività alternative, come un hobby rilassante per prendere la vostra mente fuori problemi
  • Se siete così demotivati che per una volta non volete continuare con quello che fate, prendete una pausa
  • In alternativa, provate a passare a un altro settore di attività all'interno dell'organizzazione.
  • Iscrivetevi  ad un corso di meditazione o di yoga (per garantire la pratica spirituale di gruppo), palestre, aerobica o sport club per distrarvi, e per riorganizzare le priorità

Curare il disturbo post traumatico da stress

Il disturbo post traumatico da stress, un disturbo psichiatrico, nasce in seguito all'esposizione a un pericolo di vita percepito come trauma. I suoi sintomi possono imitare quelli dei disturbi d'ansia o depressivi, ma con lo screening del caso, la diagnosi è fatta facilmente. Le strategie di trattamento corrente combinano interventi sul paziente, interventi farmacologici, come ad esempio gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, trazodone e clonidina, e la psicoterapia. Appena dopo il trauma, devono essere somministrate le tecniche per prevenire lo sviluppo del disturbo post traumatico da stress, come ad esempio lo stress debriefing strutturato.

Trattamento e terapia per lo stress

La diagnosi e il trattamento del disturbo sono complicati. L'ampia gamma di sintomi e le caratteristiche psicobiologiche  intricate rendono difficile la terapia. I tre cardini di trattamento sono l'educazione del paziente, la farmacoterapia e la psicoterapia. Quasi tutti i pazienti possono beneficiare della rieducazione, che viene avviata al momento della diagnosi.

Le famiglie possono anche essere coinvolte

  • Agenti serotoninergici -  I pazienti trattati con Sertralina (Zoloft) hanno ridotto il consumo di alcol, e coloro che prendono la fluvoxamina (Luvox) hanno avuto una riduzione dei pensieri ossessivi e l'eliminazione di insonnia.
  • Trazodone (Desyrel) a dosi da 50 a 200 mg. favorisce il sonno attraverso le sue proprietà sedative, e sopprime il rapido movimento degli occhi nel sonno, riducendo così gli incubi.
  • Antidepressivi triciclici - L'efficacia degli antidepressivi triciclici nell'alleviare i sintomi è stata mista. In diversi studi, il loro utilizzo ha portato una diminuzione modesta dei sintomi o nessun effetto sui sintomi. I pazienti trattati con antidepressivi triciclici non hanno mostrato un miglioramento maggiore rispetto a quelli trattati con i farmaci di cui sopra, così gli agenti hanno sostituito i più recenti farmaci antidepressivi nel trattamento farmacologico .
  • Inibitori della monoamino-ossidasi - L’insonnia cessa di essere un problema in questi pazienti, e hanno una modesta riduzione della frequenza di incubi. Tuttavia, ci sono rischi sostanziali con l'utilizzo di questi farmaci perché i pazienti spesso abusano di alcol e altre sostanze controindicate o illegali. Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina hanno la più ampia gamma di efficacia nel trattamento del disturbo post traumatico da stress.
  • Agenti antiadrenergici - Tre agenti in particolare clonidina (Catapres), propanololo (Inderal) e guanfacina (Tenex), sono riusciti a ridurre incubi, ipervigilanza, reazioni di trasalimento e scoppi di rabbia. La maggior parte dei pazienti rispondono al trattamento con clonidina, 0,2 mg tre volte al giorno, gradualmente da 0,1 mg prima di coricarsi.
  • Le benzodiazepine - Storicamente, le benzodiazepine sono state identificate come l'agente primario nel trattamento di disturbo post-traumatico da stress. Alprazolam (Xanax) e clonazepam (Klonopin) sono stati ampiamente utilizzati, ma l'efficacia delle benzodiazepine contro i principali sintomi non è stata provata con studi controllati. Questi farmaci sono efficaci contro ansia, insonnia e irritabilità, ma devono essere usati con grande cautela a causa dell’elevata frequenza della dipendenza. I pazienti devono essere pienamente informati dei rischi e dei benefici di questi farmaci, inclusi i rischi di dipendenza e di astinenza dopo la sospensione brusca.
  • Psicoterapia - I farmaci sono utilizzati per alleviare i sintomi più angoscianti, permettendo al paziente di concentrarsi sulla psicoterapia. Qualsiasi regime terapeutico dovrebbe essere parte di un processo psicoterapeutico. L'attenzione su una serie di questioni, compresi gli effetti sulla famiglia, l'educazione sulle opzioni di malattia e trattamento, è fondamentale.

Il disturbo post traumatico da stress  può avere effetti devastanti sulla famiglia e la terapia familiare può essere giustificata. Terapia cognitivo-comportamentale, terapia di gruppo e l’inoculazione di formazione (desensibilizzazione sistematica) è utile contro rivivere e sintomi di evitamento.

Utilizzare le erbe per curare lo stress

Il corpo è stato progettato per gestire lo stress, ma a volte ha bisogno di aiuto. Una buona alimentazione è fondamentale per controllare gli effetti nocivi dello stress. Alimenti ricchi di proteine e minerali sono buone scelte per aiutare il corpo a superare lo stress. Verdura, cereali integrali, pesce, soia, pesce fresco, carote, riso, uova, germogli possono essere di grande beneficio al corpo nei momenti di stress. Nella dieta sono raccomandati anche: lievito di birra, germe di grano tostato, semi di girasole, melassa. Durante i periodi di stress estremo, è bene sostenere le ghiandole surrenali con tè verde, integratori di calcio, vitamina C, ginseng, miele, astragalo, ginkgo biloba o estratto di liquirizia. Altre erbe per curare comprendono valeriana, lattuga selvatica, fiore della passione, erba gatta, rosmarino, melissa e camomilla. L'aromaterapia è spesso usata per alleviare lo stress. Lavanda, camomilla, rosa, ylang-ylang e oli essenziali sono delle buone scelte soprattutto se utilizzata in oli da massaggi e in bagni caldi per i migliori risultati.

Avvertenze

Consultare sempre un medico prima di prendere qualsiasi rimedio erboristico specialmente in gravidanza, durante l’allattamento, o con l’assunzione di farmaci.

Altri consigli per curare lo stress naturalmente

Lo stress è immediatamente ridotto quando si fa una bella risata (guardare un film divertente o cercare in internet battute umoristiche). Regolari esercizi di respirazione profonda, meditazione, preghiera, esercizi aerobici, l'ascolto della musica preferita, visite agli amici, brevi vacanze, hobby creativi, e celebrare le tradizioni di famiglia possono portare a grandi fonti di rilassatezza. Quando si è sotto stress, evitare la caffeina e il fumo. Non mangiare mai velocemente, mentre si lavora, tra i pasti, o mentre si guarda la televisione. Il momento del pasto deve essere un intermezzo rilassante in modo che il cibo possa essere digerito.

Ecco esposti dei semplici consigli e le metodiche farmacologiche per curare lo stress, adesso tutto dipende da voi.

Curare lo stress è importante per il benessere.

Malattie

Lascia il tuo commento: