Stress ossidativo

Stress ossidativo: in questa pagina spiegheremo nel dettaglio le seguenti cose, che cos’è, danno cellulare, e cancro, test, diabete, eritrociti, analisi, alzheimer e aterosclerosi, alimentazione, attività fisica e sport, antiossidanti e radicali liberi, e malattie cardiovascolari e neurodegenerative, e invecchiamento, in gravidanza, nutrizione.

Lo stress ossidativo è una delle principali cause di moltissime malattie come l’aterosclerosi, l’Alzheimer ed il diabete, potenzialmente pericolose per la salute di un individuo. Lo stress ossidativo è un disturbo causato dallo squilibrio tra la produzione di ossigeno reattivo e la capacità dell’organismo umano di contrastare l’azione dei radicali liberi che si propongono nel corpo affliggendo i tessuti cellulari e compromettendo la loro salute; queste molecole interagiscono con le cellule provocando danni ossidativi a proteine, membrane e geni del DNA, portando diversi problemi che al giorno d’oggi sono conosciuti come malattie cardiovascolari o neurodegenerative come, appunto, il morbo di Alzheimer o di Parkinson.

Stress ossidativo

Stress ossidativo

Lo stress ossidativo

Nel nostro mondo moderno ci sono una varietà impressionante di fattori che rischiano di compromettere la capacità del corpo nel contrastare i radicali liberi, ecco perché sarà bene conoscere a fondo la natura dello stress ossidativo e delle sue cause, in maniera da capire quali strategie preventive adottare per evitarlo.

Che cos’è lo stress ossidativo? Lo stress ossidativo, causa del danno cellulare

Lo stress ossidativo cellulare è una conseguenza della mancata azione di determinati enzimi presenti nell’organismo che si occupano di mantenere le cellule in un ambiente riducente ed equilibrato per la loro salute attraverso un flusso costante di energia metabolica: i disturbi che affliggono questa capacità del corpo possono portare diverse conseguenze tossiche a causa della produzione di perossidi e radicali liberi, considerati come dei veleni per i tessuti che compongono la struttura del fisico. Lo stress ossidativo viene dunque causato dall’incapacità di difendersi dall’attacco di questi composti chimici dannosi per l’organismo, ma nonostante questa mancanza caratterizzi una condizione abbastanza comune tra la popolazione mondiale sappiate che ci sono alcune soluzioni che, se rispettate, potrebbero rappresentare la vostra salvezza da questo tipo di problema.

Il test per individuare lo stress ossidativo: analisi su eritrociti, antiossidanti e radicali liberi

Grazie ad un accurato test svolto con l’analisi di un piccolo campione di sangue è possibile scoprire il livello di stress ossidativo di una persona calcolando la capacità degli antiossidanti di contrastare i radicali liberi nell’organismo umano, causa di moltissime malattie legate all’invecchiamento ed al degrado del corpo. I valori di eritrociti, emoglobina ed ematocrito sono molto importanti per individuare lo stress ossidativo in una persona, ecco dunque che se, a seguito del test svolto da uno specialista i vostri non rientrano tra i parametri esistenti, ciò potrà essere un chiaro segno del principio di anemia. Svolgere un test per individuare un possibile stress ossidativo significherà dunque determinare il proprio stato di salute e ricercare una possibile soluzione al problema, magari concentrandosi per ridurre i radicali liberi o aumentare le difese antiossidanti del sistema immunitario: test significa prevenzione!

Stress ossidativo: sintomo dell’invecchiamento, causa di malattie cardiovascolari e neurodegenerative

Oggi la maggior parte dei casi legati allo stress ossidativo sono legati all’invecchiamento naturale, molto spesso causa principale di molte malattie neurodegenerative o problemi cardiovascolari che, sebbene sembrino interessare per lo più le persone che non hanno mai preso in considerazione l’idea di adottare alcune forme di prevenzione a riguardo, non è affatto raro che includano anche molti soggetti apparentemente sani ed in forma. Con il passare degli anni e visto il lento degrado dell’organismo i radicali liberi trovano nel corpo l’ambiente ideale per riprodursi a catena ed affliggere i vari tessuti cellulari; aggiungiamo inoltre il fatto che con l’invecchiamento il corpo subisce un calo delle difese immunitarie antiossidanti, esponendosi maggiormente allo stress ossidativo: ecco come aumenteranno inevitabilmente le possibilità di venir afflitti dalle varie forme di malattie degenerative dell’organismo, per le quali purtroppo non esiste una cura.

Lo stress ossidativo e Alzheimer, aterosclerosi, diabete… ma anche il cancro

Come abbiamo visto lo stress ossidativo può essere causa di molte malattie come l’Alzheimer, il diabete, l’aterosclerosi, il morbo di Parkinson e via dicendo, ma pochi di voi forse sanno di come i radicali liberi possono agire nei tessuti cellulari mutandone la forma e facendoli acquisire una natura cancerosa, pericolosa per la possibile insorgenza di un cancro o tumore maligno: ciò che dovete capire è quanto sia importante adottare tutte le soluzioni per evitare di venir afflitti dalle conseguenze che lo stress ossidativo può portare, in maniera da vivere in salute e benessere più a lungo: la prevenzione dello stress ossidativo sarà come un elisir dell’eterna giovinezza, grazie ad un sistema immunitario più forte e ad antiossidanti capaci di ridurre i radicali liberi ad un incubo lontano.

Stress ossidativo e nutrizione: quale alimentazione contro lo stress ossidativo

Una delle migliori forme di prevenzione e cura per lo stress ossidativo consiste nel seguire un piano di nutrizione ideale per aumentare le difese nel corpo, basato su un’alimentazione ricca di cibi ad alto contenuto di antiossidanti per promuovere il sistema immunitario dell’organismo e la sua protezione contro i radicali liberi.

Ci sono diversi cibi e pietanze che possono soddisfare questo vostro fabbisogno giornaliero in maniera da prevenire lo stress ossidativo ed i suoi sintomi, ecco alcuni degli alimenti consigliati:

  • Carote: le carote hanno grandissimi contenuti di antiossidanti ed altre sostanze che impediscono l’accumulo di placca nelle arterie ed inibiscono l’azione dei radicali liberi.
  • Pomodori: il pomodoro contiene il licopene, una composto dalle proprietà antiossidanti che combattono i radicali liberi; assicuratevi di mangiare pomodori con la buccia, in quanto è la parte contenente la maggior quantità di questo carotenoide.
  • Aglio: sebbene sia disprezzato da molti per il suo forte aroma, l’aglio è una buonissima fonte di sostanze antiossidanti che beneficiano in particolar modo il cuore ed il sistema circolatorio, riducendo la formazione di tossine pericolose per la salute.
  • Olio d’oliva: sicuramente la cucina mediterranea deve gran parte della sua fama a questo ingrediente presente in quasi tutti i nostri piatti, ricco di antiossidanti che migliorano la funzione cerebrale e l’equilibrio dell’organismo, ben difeso contro i radicali liberi.
  • Soia: anche le proteine della soia sono ben conosciute per le loro proprietà utili alla disintossicazione dell’organismo, capacità preventiva per molte malattie cardiovascolari legate all’invecchiamento ed allo stress ossidativo.
  • Frutti di bosco: probabilmente conosciuti da tutti voi solamente per il loro favoloso gusto racchiuso in una minuscola bacca, ma state certi che una buona quantità di frutti di bosco al giorno potrà soddisfare il vostro fabbisogno di antiossidanti per ridurre il rischio dello stress ossidativo ed i problemi ad esso collegati.
  • Agrumi: tutta la famiglia degli agrumi, in particolare arancia e limone, è ben nota per l’altissimo apporto di vitamina C di cui i suoi frutti sono responsabili nell’organismo: questa vitamina è uno dei più potenti antiossidanti che migliorano il sistema immunitario e la sua resistenza agli attacchi dei radicali liberi.

Stress ossidativo e sport: i benefici dell’attività fisica

  • Una delle principali cause dell’aumento dello stress ossidativo è definita la “patologia del sedentario”, un problema legato quindi alla mancanza di sport o attività fisica nella vita di una persona. L’attività motoria e l’esercizio quotidiano sono fondamentali per evitare lo stress ossidativo come conseguenza della quantità eccessiva di radicali liberi nel corpo, in quanto beneficia tutta l’attività cellulare e migliora il metabolismo, il battito cardiaco e la circolazione sanguigna, promuovendo cioè la salute ed il benessere di tutto l’organismo. Ecco perché trovare e seguire il piano ideale di esercizio combinato ad una dieta quotidiana sana e nutriente sarà il miglior modo di prevenire lo stress ossidativo e le malattie ad esso collegate.

Stress ossidativo in gravidanza: è pericoloso per il neonato?

Durante la gravidanza il corpo femminile è soggetto allo stress ossidativo per gli intensi e costanti sbalzi ormonali che lo interessano soprattutto a causa dei dislivelli nella produzione di estrogeni, motivo da cui possono derivare alcuni sintomi più o meno fastidiosi. Sebbene nella maggior parte dei casi il corpo riesca a reagire in maniera abbastanza efficace contro lo stress ossidativo in gravidanza, sono stati riscontrati alcuni problemi al bambino probabilmente dovuti a questa disfunzione ed all’attacco dei radicali liberi durante la gravidanza. La salute del feto può dunque subire l’attacco di queste sostanze chimiche, che possono anche portare malattie o patologie al vostro neonato: consultate il vostro medico e svolgete i test necessari a scongiurare questo rischio per voi e per vostro figlio.

Considerazioni finali sullo stress ossidativo

Probabilmente prima di oggi non avevate mai dato allo stress ossidativo l’attenzione che merita, magari sottovalutando i vari effetti che può realmente portare a chiunque di noi. Conoscere i vari modi di proteggere sé stessi da questo problema potrebbe rappresentare veramente la chiave per vivere più a lungo ed in modo più sano, senza dover soffrire a causa di tutte le patologie legate all’invecchiamento ed ai suoi vari sintomi.

Consigli ed informazioni relative allo stress ossidativo.

Malattie

Lascia il tuo commento: