Transaminasi

Le transaminasi cosa sono? Quali sono le cause i sintomi e le cure per i valori alti della transaminasi? Sono delle molecole proteiche, degli enzimi catalizzatori delle reazioni biologiche e chimiche, che risultano fondamentali per il corretto funzionamento del nostro fegato. Difatti le transaminasi servono come “indicatore” della funzionalità epatica (cioè del fegato). Esse sono presenti nelle cellule dell’organismo ma vi sono particolarmente nel fegato e nei muscoli del corpo.

Transaminasi

Transaminasi


Transaminasi

Le transaminasi ALT e AST sono localizzate prevalentemente nel fegato pertanto gli esami su di loro sono considerati i più specifici per valutare eventuali variazioni a livello epatico. LE transaminasi ALT e AST sono appunto normalmente contenute nel fegato, ma se questi è non funziona perfettamente, vengono rilasciate nel flusso sanguigno così da determinare dei livelli alti di transaminasi anche se non vi è un danno epatico al fegato. Ecco perché le transaminasi alte possono far pensare ad altre problematiche come ad esempio: tiroidismo, diabete, malattie cardiache etc. In linea di massima, durante una malattia che coinvolge anche la funzione epatica, i livelli delle transaminasi ALT sono superiori a quelli delle AST e se entrambi sono molto elevati significa che il problema al fegato è ben più complesso e si può parlare di cirrosi epatica, epatite virale, tumore, mononucleosi, etc.

Le transaminasi sono note anche con il nome di aminotransferasi, i livelli delle ALT sono note anche come siero transaminasi glutammato-piruvato (SGPT), mentre le AST sono note anche come siero transaminasi glutammato-ossalacetato (SGOT).


Transaminasi alte e cause

I livelli di transaminasi aumentano per cause diverse.

Tra tali cause possono esserci:

  • infiammazione del fegato
  • sovrappeso
  • diabete
  • malattia infettiva (ad es. mononucleosi, epatite etc.)
  • assunzioni di particolari farmaci  (ad es. ansiolitici)
  • accumulo di grassi nel fegato
  • cirrosi epatica
  • sovraccarico del metabolismo epatico
  • etc.


Transaminasi alte e alimentazione

L’alimentazione è molto importante soprattutto se si hanno i livelli di transaminasi alte, per cui bisogna curare la propria dieta per ridurre appunto i livelli alti di transaminasi e depurare così il fegato.

Gli alimenti consigliati da mangiare sono:

  • acqua
  • pesce
  • carne
  • prosciutto crudo ben sgrassato
  • riso
  • pane
  • latte scremato
  • yogurt magro
  • frutta fresca
  • verdura fresca (tranne peperoni, melanzane, funghi, cavolfiore, piselli, fave)
  • bibite non gassate


Gli alimenti vietati e quindi da non mangiare, sono:

  • alcolici
  • bibite gassate
  • frittura
  • panna
  • maionese
  • salse varie
  • insaccati
  • dolci
  • peperoni
  • melanzane
  • funghi
  • cavolfiore
  • piselli
  • fave
  • frutta secca


Transaminasi alte sintomi

In caso di transaminasi alte significa sicuramente che il fegato non funziona perfettamente, ma non è detto che ci siano sintomi evidenti. Se la gravità dell’elevato livello di transaminasi comporta che il fegato sia in gran parte colpito si possono avere dei sintomi di insufficienza epatica come ad esempio:

Aumento delle transaminasi

Un aumento delle transaminasi può essere dovuto a svariati motivi; difatti l’infiammazione del fegato potrebbe essere dovuta a malattie infettive come l’epatite, oppure dopo l’assunzione di alcuni e determinati farmaci usati che possono alterare la funzione epatica (ad esempio i farmaci ansiolitici), una dieta troppo ricca di grassi che porta anche a livelli alti di trigliceridi e colesterolo, oppure in caso di cirrosi epatica etc.

Gli esami per individuare le transaminasi alte

L’esame per eccellenza per individuare i livelli alti di transaminasi è l’esame del sangue effettuato tramite normale prelievo da personale medico dopo un digiuno di almeno 12 ore per evitare che i cibi alterino i risultati. In combinazione si possono effettuare anche ulteriori esami, se il medico che vi segue lo ritiene utile, che possono essere:

Cosa fare per abbassare le transaminasi

Innanzitutto per abbassare le transaminasi serve curare la propria alimentazione eliminando alcolici, frittura, conserve, cibi elaborati, insaccati, carne grassa, bibite gassate e dolci.
Poi, è molto utile seguire una normale e costante attività fisica ed evitare lo stress, causa spesso sottovalutata di molteplici problemi di salute.

Transaminasi piruvica

La transaminasi piruvica è un enzima presente nel fegato molto importante ed è quella chiamata per esteso transaminasi glutammico piruvica (transaminasi GPT). I valori della transaminasi piruvica danno un’esatta valutazione della gravità della disfunzione epatica nel caso sia presente.

I principali farmaci che possono alterare le transaminasi sono:

  • Barbiturici
  • Antimicotici
  • Pennicilline
  • Acido acetil-salicilico
  • Estrogeni
  • Progesterone    
  • Ticlopidina
  • Carbamazepina
  • Nitrofurantoina
  • Nifedipina
  • Amiodarone
  • Verapamil
  • Tetraciclina
  • Azitromicina
  • Isoniazide
  • Cotrimosazolo
  • Aminoglucosidi
  • Piroxicam
  • Ranitidina
  • Metronidazolo
  • Eparina
  • Etc.

Transaminasi e Gamma-GT

L’enzima gamma-glutamiltranspeptidasi, detto brevemente gamma-GT,  è presente in organi come fegato, milza, intestino tenue, reni e pancreas. I valori  della gamma-GT dovrebbe essere tra 12 e 64 ed i livelli alti possono essere causati da:

  • alcolismo
  • cirrosi epatica
  • steatosi
  • alcuni farmaci come ad esempio i barbiturici
  • alcuni tumori


Transaminasi GPT o ALT

Sono le transaminasi glutammico-piruvica presenti nelle cellule epatiche del fegato. Vengono siglate come transaminasi GPT oppure ALT (da alanino amino-transferasi) e sono i valori che danno la maggior esattezza della disfunzione che può avere il fegato. Alti valori della transaminasi ALT possono essere determinati da casi di cirrosi epatica, epatite, mononucleosi, obesità, pancreatite, uso di contraccettivi, etc.
Le transaminasi ALT possono diagnosticare anche un avvelenamento da piombo.

I valori della transaminasi GPT o ALT

I valori della transaminasi GOT o AST dovrebbero essere:

  • nell’uomo 10-43 unità internazionali per litro
  • nella donna 5-36 unità internazionali per litro

Se il valore delle transaminasi ALT è più alto rispetto al normale, potrebbe indicare una forma di epatite virale acuta, epatite cronica, cirrosi epatica, tumore del fegato, steatosi epatica, mentre se il valore è più basso rispetto a quello normale, l'alterazione non è rilevante.

Transaminasi GOT o AST

Sono le transaminasi glutammico-ossalacetica presenti nel fegato, nei reni, nei muscoli e nel miocardio. Sono siglate anche come transaminasi GOT o AST (da aspartato transferasi). Se vi sono valori elevati di transaminasi AST potrebbero essere dovuti a casi di asma, cirrosi epatica, epatite, mononucleosi, interventi chirurigici, leptospirosi, gotta, distrofia muscolare, ittero ostruttivo, pancreatite.

I valori della transaminasi GOT o AST

I valori della transaminasi GOT o AST dovrebbero essere:

  • nell’uomo 10-45 unità internazionali per litro
  • nella donna 5-31 unità internazionali per litro

Considerazione finale sulla transaminasi

Quando il valore è alto potrebbe indicare anche un infarto del miocardio o una alterazione muscolare come ad esempio la distrofia muscolare, mentre se il valore è più basso rispetto a quello normale, l'alterazione non è rilevante ma è raro che possa verificarsi.

Informazioni di carattere generale sulle cause sintomi ed alimentazione per le transaminasi alte.