Tricomoniasi : sintomi cause e cura

Tricomoniasi che cosa è? Quali sono i sintomi e le cure per la tricomoniasi? La Tricomoniasi è una malattia trasmessa attraverso rapporti sessuali ed è causata dal parassita vaginale che si chiama Thricomonas ed è una malattia presente in tutto il mondo e per il contagio è sufficiente il semplice contatto.

Tricomoniasi : sintomi cause e cura

Tricomoniasi

Come avviene il contagio da Tricomoniasi:

Anche se il contagio avviene prevalentemente per via sessuale, si può verificare il contagio entrando in contatto con biancheria infetta oppure utilizzando servizi igienici non proprio puliti.

È importante sottolineare che il parassita non sopravvive nel retto e nella bocca e può colpire sia uomini che donne, solo che negli uomini non compaiono sintomi infiammatori e scompare nel giro di qualche settimana senza provocare alcun problema a parte un leggero bruciore mentre si urina e dopo l'eiaculazione.

Per le donne invece la situazione è diversa per quanto riguarda:

  • problemi e fastidio durante i rapporti sessuali;
  • prurito nella zona vaginale;
  • perdite dalla vagina con un colorito giallo verdastro;
  • gonfiore delle labbra;
  • forte odore vaginale.

La diagnosi per le donne

In presenza di problemi legati a perdite o altro, è sempre meglio fare una visita dal ginecologo che sulla base dei sintomi, e dei problemi fisici evidente farà eseguire un pap test, ed un esame della cervice uterina per avere una diagnosi esatta.

Nel corso di quest'ultimo esame, in presenza di tricomoniasi, la parete vaginale e quella della cervice uterina sono ricoperte da macchie rossastre.

Se non diagnosticata in tempo e la donna è in stato interessante, si possono verificare dei pericoli a carico del feto come un parto prematuro.

La diagnosi per gli uomini

Come detto poco prima la patologia è di difficile diagnosi per gli uomini, anche perché di solito l'uomo segue una terapia laddove la patologia sia stata riscontrata nella patner.

Farmaci utilizzati per la cura della Tricomoniasi

L'infezione viene curata con antibiotici come il metronidazolo oppure con un farmaco di nuova generazione come il tinidazolo.

Il farmaco viene assunto in un'unica somministrazione ed è fatto divieto assumere alcolici per almeno 48 ore dopo la sua assunzione perché si potrebbero verificare importanti effetti collaterali come vomito, nausea e forti dolori all'addome e sarebbe meglio evitare i rapporti sessuali onde evitare la trasmissione dell'infezione.

La cura offre ottimi risultati purchè diagnosticata in tempo.

Infatti se trascurata si possono verificare dei problemi a livello della cervice uterina, per cui in presenza anche di uno solo dei sintomi di cui sopra, è sempre meglio chiedere un consulto prima col proprio medico di fiducia e poi successivamente con il ginecologo.

Prevenzione dalla tricomoniasi:

L'unico modo per evitare il contagio sarebbe quello di avere un unico partner oppure utilizzare il preservativo anche per proteggersi da malattie ben più gravi della tricomoniasi.

Tricomoniasi (tricomoniasi nelle donne e negli uomini)

Malattie

Lascia il tuo commento: