Tropaeolum majus

Il tropaeolum majus pianta medicinale e curativa ha varie proprietà benefiche, il tropaeolum majus è un’erba fa parte alla famiglia delle Crocifere, il tropaeolum majus si trova per lo più in tutta Italia, in zone acquitrinose, nel fondo dei fossi, in acque ferme o lentamente fluenti, fresche e limpide e può essere pericoloso raccoglierlo in acque poco pulite.

Tropaeolum majus caratteristiche del fiore:

Il tropaeolum majus o Crescione è un’erba perenne, sdraiata al suolo, che emette delle radici ai nodi dalla parte inferiore, si nota subito per le sue infiorescenze costituite da fiorellini con quattro sepali biancastri e quattro petali disposti a croce, lunghi il doppio del calice.

Tropaeolum majus

Tropaeolum majus

  • Fiorisce da marzo a giugno.
  • La pianta è di colore verde scuro con foglie composte da tante foglioline opposte e da una apicale più grande.
  • Queste foglioline hanno margine intero o dentato.
  • Si usa tutta la pianta che va raccolta nella fase della fioritura.

Proprietà tropaeolum majus:

Contiene ferro, fosforo, arsenico, iodio e vitamine A, B e C ed inoltre una sostanza particolare, detta gliconasturzina.

La pianta fresca ed il suo succo sono usati come antiscorbutici, stimolanti, diuretici e anticatarrosi.

Contro lo scorbuto, l’uso di questa pianta è conosciuto da molto tempo ed è in armonia con quanto la terapia moderna ci insegna sulle avitaminosi.

Somministrando il succo fresco che contiene un olio essenziale particolare, si modifica favorevolmente la secrezione delle mucose nelle bronchiti croniche e nel catarro polmonare.

A cosa serve il tropaeolum majus:

Questa erba ha un’azione stimolante sulle vie digestive e sulle vie urinarie, si raccomanda perciò nelle debolezze di stomaco, nell’atonia generale e nelle malattie dei reni e delle vie urinarie.

È utile anche per combattere l’eczema e certe malattie della pelle che si manifestano con prurito (prurito vaginale, ecc…).

La pianta cruda può dar luogo ad intossicazioni simili a quelle causate da alimenti avariati. Ciò è dovuto a delle sostanze nocive che talvolta sono contenute nelle acque dove cresce. La semplice prudenza, anche per eliminare eventuali germi patogeni, consiglia di bollire in acqua salata le piante di origine dubbia. La cottura però ne sciupa in parte i principi attivi. In certe persone, inoltre, la pianta cruda produce spasmi dolorosi che possono però essere eliminati usandola cotta.

Non utilizzare il tropaeolum majus in gravidanza

Bisogna ricordare infine che non deve essere usata dalle donne gravide in quanto può provocare l’aborto per contrazioni uterine.

Modo d'uso del tropaeolum majus:

Succo fresco: 60-150 gr al giorno nel latte freddo o in altra bevanda fredda.

Infuso della pianta fresca: 30-60 gr per ogni litro d’acqua; è meno attivo del succo e in ogni caso è consigliabile farlo solo con piante coltivate

Sciroppo: 500 gr di succo filtrato di tropaeolum majus per 750 gr di zucchero; 40-100 gr al giorno di questo sciroppo oppure da solo o in una tisana adatta.

Mistura contro la caduta di capelli: 100 gr di succo; 100 gr di alcol A 90°; 10 gocce di essenza di geranio. Fare delle frizioni quotidiane.

Nota: il tropaeolum majus è più efficace se usato crudo e ciò è possibile solo se raccolto in acque sicure. Dopo un po’ di tempo dalla raccolta diventa tossico e così pure, dopo la fioritura.

Effetti collaterali e controindicazioni del tropaeolum majus:

Il tropaeolum majus può essere applicato in sicurezza sugli adulti direttamente sulla pelle, in combinazione con altri farmaci naturali, ma può causare irritazione della pelle, soprattutto se usato per lungo tempo.

Non esistono abbastanza informazioni per sapere con certezza se l’assuzione per via orale del tropaeolum majus sia sicura. Può causare danni ai reni, allo stomaco ed avere altri effetti collaterali. È invece assolutamente da evitare l’assunzione per bocca da parte dei bambini. Non vi è al momento sufficiente conoscenza in materia per sapere se può essere applicato in sicurezza sulla pelle dei bambini.

Non assumete tropaeolum majus in questi casi:

  • durante la gravidanza o durante l’allattamento al seno
  • in concomitanza con una malattia renale
  • in presenza di ulcere intestinali o allo stomaco.

Dosaggio del tropaeolum majus:

La dose appropriata di tropaeolum majus dipende da diversi fattori come l'età dell'utente, la sua salute e diverse altre condizioni.

In questo momento non ci sono abbastanza informazioni scientifiche per determinare una quota adeguata di dosaggio per il tropaeolum majus.

Da tenere presente che i prodotti naturali non sono sempre necessariamente sicuri e che i dosaggi possono essere molto importanti.

Assicurarsi di seguire le indicazioni pertinenti sulle etichette del prodotto e consultare il vostro farmacista, il medico o altra assistenza sanitaria professionale prima di utilizzarlo.

Tropaeolum majus, proprietà modo d'uso e controindicazioni

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: