Vaginismo il Vaginismo

Il vaginismo cosa è?

Il vaginismo è quella situazione che impedisce alla donna di avere dei rapporti sessuali normali, questo perché si crea una contrazione talmente forte dei muscoli vaginali, che la penetrazione oltre ad essere dolorosa è praticamente impossibile. Il vaginismo è una condizione che può durare diversi anni ed è causa tutt'ora di molte separazioni. Le donne che sono afflitte da questa patologia, spesso non riescono ad essere visitate correttamente dal medico, proprio a causa di queste contrazioni.
Anche il solo menzionare la parola tampax o assorbente interno, provoca dei turbamenti nelle donne che accusano questo problema.

Vaginismo il Vaginismo

Vaginismo

Legate al vaginismo ci sono tre tematiche.

In primo luogo, qualsiasi approccio intimo, sia da parte di un uomo che da parte di una donna, provocano un effetto di chiusura e la donna si chiude a riccio.

In questi casi la penetrazione risulta impossibile a causa, come si è detto prima, della contrazione dei muscoli pelvici.

Pertanto qualunque tentativo di penetrazione, anche l'inserimento di un dito, sarà causa di dolore in quanto la vagina non sarà sufficientemente lubrificata.

In secondo luogo, il fatto di non essere in grado di essere sottoposte ad una visita ginecologica approfondita, rende praticamente impossibile fornire un aiuto sotto tutti i punti di vista.

Di conseguenza la documentazione medica delle donne che soffrono di vaginismo sarà priva di esami importanti come il pap test. Nella maggior parte dei casi, queste donne non hanno mai fatto questo esame specifico.

Il più delle volte il pap test non è necessario in quanto chi soffre di questa patologia non ha mai avuto rapporti sessuali.

Se però ci sono dei sospetti che la donna possa avere delle problematiche di natura ginecologica, la stessa potrebbe essere ricoverata in una struttura ospedaliera e sottoposta ad un esame eseguito in anestesia.

In questo modo la paziente sarebbe rilassata, e la si potrebbe visitare senza incontrare difficoltà.

In terzo luogo, è preferibile che la donna durante il periodo mestruale indossi degli assorbenti e accantoni i tamponi.

Perchè si verifica il vaginismo?

Come detto prima il vaginismo è una della causa principali di divorzio con la motivazione di matrimonio non consumato.

L'origine del problema è sicuramente di natura psicologica e non si deve assolutamente colpevolizzare la donna.

Sono stati individuati due tipi di vaginismo:

  • vaginismo primario quando questa condizione sussiste da sempre;
  • vaginismo secondario è quello che può colpire ogni donna a qualunque età ed è meno comune.

Vaginismo primario

Le donne che soffrono di questo tipo di vaginismo, hanno avuto un'educazione molto rigida da parte dei genitori, che hanno inculcato loro dei timori legati al sesso ed alla vagina.

Il tutto era basato su false credenze popolari:

  • il sesso è doloroso;
  • il sesso è qualcosa di sporco;
  • la vagina è molto piccola e stretta;
  • qualsiasi cosa introdotta in vagina provoca i giudizi della famiglia e della gente.

Fortunatamente si tratta di credenze del passato anche se presso alcune culture è ancora presente.

Il medico, erroneamente cerca di minimizzare il problema, parlando di imene particolarmente spesso.

Una cosa è certa, tutte le donne che soffrono di questa patologia, sono destinate a rimanere vergini, oppure ad avere occasionali rapporti sessuali accompagnati da forte dolore.

In molti casi, vale la pena di ricordare, che il maschio potrebbe diventare impotente parzialmente o del tutto a causa di questo stress dovuto alla situazione della coppia.

Vaginismo secondario.

Questo è un tipo di problematica meno diffusa ed è tipico di donne che hanno subito una violenza, o anche risultato di traumi e violenze infantili.

Pertanto il vaginismo si può intendere come una sorta di alzamento di barriera contro la propria sofferenza.

Oltre a problemi di natura psicologica, il vaginismo può subentrare a seguito di problemi di natura ginecologica, come l'endometriosi e la menopausa.

Come si cura il vaginismo?

L'approccio terapeutico verso questa malattia è legato all'intesa che si viene a creare tra medico e paziente.

La donna affetta da questo problema, trova molto più agevole parlare della patologia ad un medico donna.

Dilatatori vaginali.

Per le donne che hanno un approccio problematico col sesso, è stata messa a punto una terapia, sostenuta da un elevato numero di ginecologi, che si occupa di far prendere confidenza del proprio corpo alla donna mediante l'utilizzo di dilatatori vaginali.

Sono delle astine, il cui diametro varia.

Si parte dal più piccolo sino ad arrivare ad una astina che rappresenta un pene sottile.

La donna in questo modo ha occasione di abituarsi ad avere gradatamente questo corpo estraneo dentro la vagina.

Possono essere necessari diversi mesi per abituarsi.

Queste astine però non determinano nessuna dilatazione.

Servono solo alla donna ad abituarla ad avere qualcosa dentro la vagina e superare il trauma.

Terapia Masters e Johnson.

Alla fine degli anni 60 i ricercatori americani Masters e Johnson affrontarono un tema delicato quello del sesso e dei problemi legati ad esso che portavano a delle vere e proprie crisi coniugali.

In particolare analizzarono il rapporto di coppia, in una clinica, lontano dalla propria casa e dalla proprie abitudini.

Non veniva chiesto loro di fare qualcosa contro voglia, bensì suggerivano loro di approcciarsi con coccole e carezze.

Questo approccio delicato sortì degli positivi, a tal punto da ottenere ottimi risultati.

Alcune informazioni sul vaginismo...

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo vaginismo il Vaginismo

Vaginismo

il “vaginismo” è un disturbo di stretta pertinenza del sessuologo clinico (meglio se anche specialista in psicoterapia). La cura è solitamente breve (alcuni mesi) con terapia mansionale in sessuologia comportamentale, veramente breve se non ci sono complicazioni organiche o psicopatologie importanti associate e se la paziente collabora. Comunque prima della cura è sempre preferibile una valutazione clinica accurata per capire le cause del problema (della specifica persona) e definire il tipo di intervento terapeutico personalizzato più efficacie ed efficiente per la paziente, nonché per accertare la diagnosi di vaginismo (o escluderla).Chiarimenti precisi sul problema e come trovare il terapeuta più adatto anche all’interno de Il manuale pratico del benessere (edizioni Ipertesto con patrocinio UNESCO) alle specifiche pagine 314, 322, 323, 326, 512, 513, 519, 531 e 551

Lascia il tuo commento: