Vaginite; sintomi e cause

Quali sono le cause della vaginite e cosa è meglio fare? La vaginite è una patologia che colpisce una grande percentuale di donne, ma si può risolvere senza problemi.

Cosa fare in caso di vaginite? Quali sono i sintomi e le cause? La vaginite altro non è che un'infezione della vagina provocata da diversi fattori, che vanno dalle infezioni, l'uso di saponi e detergenti troppo aggressivi ed anche l'uso del preservativo.

Vaginite; sintomi e cause

Vaginite

Come si fa a capire che si tratta di vaginite? Quali sono i sintomi?

  • prurito o bruciore all'interno della vagina;

Da cosa è causata la vaginite?

Diverse sono le cause che determinano una vaginite:

quella più conosciuta è l'infezione conosciuta come candida albicans, che è un fungo che causa un'irritazione molto fastidiosa.

Si manifesta con un forte prurito nella zona inguinale e vaginale.

Ci sono dei soggetti che corrono il rischio, più di altre di contrarre delle infezioni da fungo:

  • persone diabetiche;
  • chi ha un sistema immunitario deficitario.

La presenza di funghi in vagina è nella maggior parte dei casi provocato dall'alterazione del ph della vagina.

Questo porta già di per sé l'aumento della presenza di funghi.

Si è inoltre appurato che dopo l'assunzione di antibiotici si è verificata una notevole proliferazione di funghi.

Il perché si vada incontro a questo tipo di infiammazioni nella maggior parte dei casi è sconosciuto.

Tante donne utilizzano il fai da te, rivolgendosi direttamente al farmacista, in altri casi ci si reca dal medico.

Il modo migliore per avere una diagnosi certa è quella di eseguire un tampone vaginale.

Il trattamento terapeutico può essere o per via locale, mediante l'uso di ovuli, oppure per via orale assumendo delle pastiglie.

Trichomonas:

Si tratta di un piccolo organismo che è chiamato flagellate che causa diversi fastidi, come ad esempio delle perdite giallo-verdastre, prurito, bruciore o dolore in vagina.

Anche in questo caso la diagnosi viene eseguita tramite tampone.

Una breve cura a base di antibiotici, risolve il problema.

Vaginosi batterica:

Il batterio che causa la vaginosi batterica si chiama gardnerella vaginalis, che si sviluppa quando il ph della vagina diventa alcalino.

Si presenta con perdite grigiastre, schiumose ed un odore simile al pesce.

Anche in questo caso la cura è a base di antibiotici.

Gonorrea:

È causata da un batterio che si chiama gonococco e la trasmissione avviene solo per via sessuale.

La gonorrea può essere anche asintomatica anche se alcune persone contagiate avevano avvertito bruciore mentre urinavano.

Fortunatamente questa patologia non è tanto diffusa.

Anche in questo caso per avere una diagnosi certa, si esegue un tampone della cervice uterina e si cura con antibiotici.

È importante in caso di gonorrea che sia la donna che l'uomo facciano la cura, per evitare che il contagio si possa espandere.

Clamidia:

Anche la clamidia è una vaginite, molto rara che si trasmette anche questa per via sessuale.

Il tampone del collo dell'utero è utile per avere la conferma della malattia.

Anche in questo caso il partner maschile deve essere informato e curato.

Herpes:

È un'infezione causata dal virus che si chiama herpes simplex e di solito la trasmissione avviene per via sessuale.

L'herpes è costituito da piccole vesciche collocate all'ingresso della vagina.

La persona contagiata avrà febbre alta, sensazione di malessere, urinare diventa doloroso e la vagina risulta arrossata e gonfia.

Già solo dall'aspetto il medico è in grado di fare una diagnosi ma il tampone viene comunque eseguito per sicurezza e curata con terapia antivirale.

Le infezioni da herpes sono recidive, spesso si ripresentano ma in modalità meno gravi.

In caso di presenza di questi sintomi è comunque sempre consigliabile rivolgersi al medico, oppure direttamente dallo specialista.

Come si forma la vaginite

Malattie

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo vaginite; sintomi e cause

Vaginite e igiene intima corretta

Occhio all'igiene intima, da fare in modo corretto e con l'uso di detergenti intimi delicati. Occhi pure all'intimo. Molte irritazioni e bruciori scompaiono semplicemente smettendo di mettere intimo sintetitco, colorato o molto pizzoso. Uno slip dermasilk in fibroina di seta 100% con protezione antimicrobica aiuta tantissimo. Io li ho usati quando ho avuto problemi di candida e devo dire che sono stata davvero bene!

Lascia il tuo commento: