Valina (l-valina)

L-valina a cosa serve, proprietà ed in quali alimenti si può trovare? La valina l-valina è un amminoacido essenziale a catena ramificata che viene utilizzato dal corpo per trattare diverse condizioni di salute sfavorevoli, anche se non viene prodotto direttamente da quest’ultimo, ma lo si deve ottenere da fonti alimentari esterne oppure tramite integratori alimentari.

Valina (l-valina)

Valina

L-valina:

Benefici della valina l-valina: migliora la salute generale del corpo.
Per cosa si usa: migliora le prestazioni atletiche, cura e previene le malattie del fegato, l’emodialisi, la discinesia tardiva e riduce i sintomi maniacali.
Potenziali effetti collaterali: perdita del controllo muscolare, affaticamento.

Alimenti ricchi di l-valina:

  • carne (maiale, tacchino, vitello, manzo, pollo)
  • pesce (salmone, storione, dentice, tonno, cernia, trota)
  • noci secche
  • spinaci
  • broccoli
  • patate (anche fritte)
  • cavoletti di Bruxelles
  • uova
  • prodotti caseari
  • carote
  • datteri
  • burro
  • arance
  • pomodori
  • ciliegie
  • uva

Integratori di l-valina:

La valina l- valina è anche disponibile sotto forma di integratore, in capsule ed in polvere, ed in questa forma viene usato prevalentemente da atleti e sportivi che vogliono veder incrementare le proprie prestazioni.

Benefici e proprietà della valina:

A differenza di altri integratori, che non presentano ancora prove certe dal punto di vista scientifico, ci sono diverse condizioni che possono essere trattate e curate in modo efficace e reale grazie ai supplementi di valina l- valina. Uno dei benefici maggiormente riconosciuti è senza dubbio quello di permettere un miglior controllo muscolare, andando così ad assistere sia i pazienti che soffrono di malattia epatica, sia le persone affette di discinesia tardiva. Tale sostanza può inoltre contribuire a migliorare la nutrizione di coloro che sono in emodialisi, ed è in grado di ridurre i sintomi maniacali.

Un altro dei vantaggi fornito dai supplementi di valina interessa in modo particolare atleti, body builders e tutti coloro che cercano di ottenere una forma fisica la più tonica possibile: la sostanza in questione è infatti capace di snellire e rassodare il corpo, andando anche ad incrementare la struttura muscolare. Un dosaggio di valina l- valina che rientra nella norma permette di conseguenza di ottimizzare e perfezionare anche le prestazioni sportive.

Vi sono diversi altri benefici che vengono attribuiti tradizionalmente a tale sostanza, anche se tuttavia non si dispone ancora di prove sufficienti per poterli garantire: la valina l- valina sembrerebbe giovare nei confronti di coloro che soffrono di degenerazione spinocerebellare o di diabete di tipo 2, e sembrerebbe inoltre essere in grado di ripristinare l’appetito nei pazienti che soffrono di cancro, oltre che a contribuire a migliorare la concentrazione e prevenire la fatica. A questo proposito, ulteriori studi specifici e test di laboratorio devono essere affrontati, per capire la reale efficacia di tale sostanza in questa prospettiva.

Dosaggio della valina:

Il dosaggio standard di valina l- valina varia generalmente a seconda del trattamento.

Se si sta cercando di trattare la discinesia tardiva, un dosaggio di 600 mg al giorno è il più consigliato.

Le malattie al fegato possono essere trattate con circa 25 grammi al giorno, mentre per i sintomi maniacali potrebbero essere necessari sino a 60 grammi quotidiani per una settimana.

Se l’intenzione è quella di scolpire e tonificare il proprio corpo, 12 grammi al giorno divisi in tre porzioni dovrebbero essere sufficienti.

E’ sconsigliato prendere il prodotto in questione per un periodo di tempo superiore ai sei mesi.
Vista la particolarità della sostanza in questione tuttavia, è sempre consigliato attenersi strettamente alle indicazioni riportate sull’etichetta della confezione del prodotto, oppure seguire con attenzione i consigli del proprio medico di fiducia, il quale sarà in gradi di garantire l’esatto dosaggio dopo aver analizzato le caratteristiche fisiche e lo stato di salute di ognuno.

Possibili effetti collaterali e controindicazioni della valina:

Anche se la valina l- valina viene generalmente considerata un prodotto sicuro, un sovradosaggio di tale sostanza potrebbe causare degli spiacevoli effetti collaterali: i reclami più comuni in modo particolare riguardano la stanchezza e la perdita del controllo muscolare. A causa di queste due possibili conseguenze, è consigliato evitare di guidare o di usare macchinari dopo l’assunzione di valina l- valina.

Specifici gruppi di persone potrebbero andare incontro a gravi effetti collaterali in seguito all’assunzione di valina:

  • gli alcolisti cronici possono sviluppare seri problemi al fegato, oltre che riscontrare gravi danni cerebrali;
  • coloro che soffrono di ipoglicemia idiopatica, ossia un basso livello di zucchero nel sangue, sono a grave rischio se introducono nella loro dieta i supplementi di valina l- valina, in quanto tale sostanza può abbassare ulteriormente il livello dello zucchero, creando condizioni molto instabili;
  • coloro che soffrono della malattia di Lou Gehring possono andare incontro ad effetti collaterali molto gravi, quali problemi ai polmoni e tassi di mortalità prematura.

Vi sono inoltre molti farmaci che potrebbero interagire in modo dannoso e negativo con i supplementi di valina l- valina.

A questo proposito, è sempre consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia, per poter così ottenere da quest’ultimi un reale benessere generale ed un’idoneità fisica significativa, e per evitare allo stesso tempo di andare incontro a spiacevoli effetti indesiderati.

Nel caso della comparsa di uno più dei seguenti sintomi, è consigliato interrompere subito l’apporto di valina l- valina e richiedere l’assistenza sanitaria.

Proprietà ed alimenti ricchi di valina.

Salute alimentazione

Lascia il tuo commento: