Verbasco

La pianta di Verbascum Thapsus L., comunemente chiamata Verbasco, è usata nei rimedi erboristici per curare geloni ed asma.

Il Verbasco, detto anche verbascum thapsus o tasso barbasso, è una pianta erbacea dalle numerose proprietà curative che appartiene alla famiglia delle Scrophulariaceae. La pianta di verbasco è considerata nell'erbario come un'erba amara, rinfrescante, mucillaginosa, decongestionante, espettorante, antisettica, diuretica, analgesica. È Utile nel caso di tosse, catarro, pertosse, bronchite, laringite, infezioni del tratto urinario e diarree. I fiori e le foglie di verbasco vengono utilizzati anche per le loro proprietà sedative, emollienti e lenitive. Per uso esterno le foglie vengono infatti utilizzate per decotti detergenti su piaghe e ferite, per cataplasmi su foruncoli, scottature, emorroidi e geloni.

Verbasco

Tisana contro la tosse

Nome volgare: Tasso barbasso
Famiglia: Scrofulariaceae

Il Verbasco è un'erbacea alta 80-150 cm, a fusto eretto (legnosa), forte, talvolta ramificato; con foglie grandi, densamente lanuginose, ed ha fiori gialli, grandi, raccolti numerosi in lunga e grossa spiga. Può anche raggiungere i 2 metri di altezza; il primo anno forma un gran rosone di foglie. Il pollone cresce semplice ed elevato con una certa lanugine di colore giallo. Le foglie sono ovate e i fiori grandi con la corolla gialla, divisa in cinque spicchi profondi. La fioritura inizia in maggio. Il suo habitat corrisponde a terreni incolti, sulle scarpate o tra le macerie.

Il verbasco è una pianta originaria delle zone asiatiche ed europee ed è una pianta comune biennale che fa parte della famiglia delle Scrophulariaceae. Con le foglie fresche o secche si può preparare un piacevole tè con proprietà rilassanti, che fornisce anche vitamine B2, B5, B12 e D, colina, magnesio e zolfo.

Parti usate: fiori e foglie.

Raccolta: durante tutta la fioritura.

Principi attivi principali:

  • Glusosidi
  • flavonidi
  • flavonoidi
  • esperidina
  • mucillagine
  • saponine
  • fitosteroli
  • verbascosaponina
  • oli essenziali
  • resine
  • gomma
  • traccia di olio volatile
  • saponine (in particolare nei fiori)
  • flavonoidi (tra cui Esperidina e verbascoside)
  • glicosidi amari (tra cui aucubin)
  • tannini
  • idrati di carbonio

Azione farmacodinamica del verbasco:

  • emolliente,
  • espettorante,
  • diaforetica,
  • antiflogistica.

Le proprietà del Verbasco

Il  tè di verbasco è soprattutto apprezzato come un efficace trattamento per tosse e malattie polmonari. Difatti le proprietà riconosciuta al verbasco sono:

  • espettorante
  • antinfiammatorio
  • antibiotico
  • astringente
  • emolliente
  • calmante, rilassante
  • lenitivo
  • lievemente diuretico
  • blando sedativo

Impiego Verbascum thapsus:

  • orticaria,
  • tracheobronchite,
  • ustioni,
  • prostatite,
  • enterite,
  • ustioni

In medicina i fiori di verbasco sono utili per il trattamento delle emicranie e come un antibiotico locale e battericida ed i semi di verbasco sono segnalati per essere tossici e sono utilizzati come un narcotico per stordire i pesci.

Verbasco trattamenti erboristiti ed omeopatici

Le indicazioni solitamente per sfruttare al meglio i benefici delle proprietà del verbasco sono rivolte a trattamenti per:

  • bronchiti
  • tracheiti
  • stati influenzali con catarro
  • tosse

Il verbasco è anche diuretico e contribuisce a calmare l'infiammazione del sistema urinario e contrastare gli effetti irritanti dell’urina acida. Infine le foglie di verbasco sono un utile rimedio naturale per preparare un impacco per bolle e piaghe della pelle.

Le preparazioni di verbasco solitamente sono:

  • Foglie secche: 4-8 g per infusione
  • Fiori secchi: 1-2g per infusione
  • Estratto liquido: 1:1 nel 25% di alcool, 4-8 ml

Il  verbasco è noto in erboristeria ed in omeopatia per essere un buon espettorante rilassante per tosse secca, cronica, tosse dura come pertosse, asma e bronchite.

Le foglie di Verbasco tradizionalmente veniva fumato per curare asma e tubercolosi, mentre i fiori sono efficaci anche per le infiammazioni della gola.

L’olio ricavato dal verbasco, invece è utile strofinato nelle articolazioni reumatiche per alleviare il dolore, mentre il tè preparato con i fiori di verbasco è segnalato per essere sedativo e può essere utilizzato per i problemi del sonno (insonnia).

Tisana di verbasco

La tisana di verbasco è un buon rimedio naturale in caso di infiammazione delle vie aeree ed in caso di tosse, in cui sarà sufficiente preparare la tisana versando 250 ml di acqua bollente su 3-4 cucchiaini di fiori essiccati di verbasco, lasciare in infusione per 5-10 minuti, poi filtrare con la carta da cucina per eliminare peluria e fiori di tiglio per lasciare ben filtrata pronta da bere la tisana della quale si consiglia di bere 1 tazza 2-3 volte al giorno.

Tintura di verbasco

Versare 10 g di fiori di verbasco in 100 ml di acquavite di vino al 70%, lasciare macerare il tutto per 10 giorni al buio, poi filtrare. In caso di infiammazione della mucosa della bocca o della trachea assumere 20-40 gocce 2-3 volte al giorno con acqua calda o tisana.

Miscela di piante

In caso di bronchite mescolare 15 g ciascuno di frutti d'anice e fiori di malva e verbasco, 5 g di foglie di ortica, farfara, issopo, piantaggine minore, capelvenere e liquirizia e 25 g di radice di altea.

Versare 1-2 cucchiai della miscela in acqua fredda, far bollire per qualche minuto, poi filtrare. Bere 2-4 tazze al giorno della tisana così composta.

Rimedio per geloni

Lavaggi: bollire 10 g di foglie tritate in un litro di latte. Filtrare il preparato ed usarlo per lavare a lungo i geloni la sera prima di coricarsi. Il trattamento dovrà continuare fino alla completa guarigione.

Rimedio per asma

Infuso: preparare un comune infuso con 10 g di fiori di verbasco. Lasciare riposare 10 minuti fuori del fuoco a recipiente coperto, quindi filtrare. Prenderne tre tazze al giorno ben calde, di cui una la mattina a digiuno e una la sera prima di coricarsi.

Curiosità sul verbasco

  • Il nome del genere è quello usato da Plinio, forse deriva dal latino “barbascum” che significa “barbato”, con riferimento alla diffusa pelosità di queste piante.

Tisana di Verbasco contro la tosse

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: