Viola Mammola

La Viola Mammola è una delle erbe comunemente utilizzate come rimedio contro la tosse ed è una piantina perenne alta solamente dai cinque ai quindici centimetri con un ceppo, grosso ma corto e produce una rosetta di foglie.I fiori nascono all'estremo dei picciol i che salgono dal rizoma o dal ceppo, e sono di color viola intenso con cinque sepali e cinque petali disuguali.

Viola Mammola

Viola Mammola

Il frutto è una capsula con tre valve.

Fiorisce sul finire dell ' inverno.

Si raccoglie all'inizio della primavera; tuttavia le radici vanno raccolte in autunno.

Componenti attivi Viola Mammola: emetina, essenza di violetta, irone, acido salicilico, glucoside.

Parti utilizzate: radice, foglie e fiori.

Rimedio per intossicazioni

  • Decotto (in caso di avvelenamento):
    10 g di radice schiacciata in 1/4 di litro d'acqua bollente e proseguire la cottura a fuoco basso fino a quando l'acqua non si sarà ridotta alla metà del suo volume originario.
    Filtrare e prenderne una cucchiaiata ogni 10 minuti ai fine di provocare il vomito.

Rimedio per tosse

  • Sciroppo:
    portare sul fuoco un litro d'acqua; appena raggiunge il bollore si aggiungono 30 g di fiori di violette e ritirare il recipiente dal fuoco. Mettere il coperchio e lasciare riposare 12 ore. Trascorso il tempo prestabilito, filtrare il composto e poi aggiungere 1,8 kg di zucchero. Mescolare con cura per fare sciogliere completamente lo zucchero.
  • Tisana: preparare nel modo consueto calcolando 3 g di fiori per ogni tazza di acqua bollente. Prenderne 3 tazze al giorno.

Viola Mammola

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: