Vitamine: quando assumere le vitamine

Ecco in quali casi il corpo richiede una maggiore quantità di vitamine:

Quando prendere le vitamine? Le vitamine sono fondamentali per il corretto funzionamento del corpo e le vitamine sono specialmente utili quando il fisico risulta particolarmente debilitato per vari motivi:

Alcol: L'uso regolare di alcolici incrementa la necessità di vitamine dei gruppo B, A, C e acido folico

Fumo: Il fumo fa aumentare di molto il fabbisogno di vitamina C.

Lassativi: L'uso smodato di lassativi provoca una diminuzione dell'assorbimento di vitamine e minerali, velocizzandone il transito nell'intestino.

Vitamine: quando assumere le vitamine

Quando assumere le vitamine

Anticoncezionali femminili: la pillola richiede un aumento di vitamina del gruppo b6 acido folico vitamina E, vitamina C e B2.

Diete povere di grassi buoni: Spesso portano a gravi carenze delle principali vitamine liposolubili A, D ed E.

Vegetariani: Una alimentazione priva di alimenti animali nella fattispecie carne ed uova può portare all'anemia per assenza di vitamina B12.

Cottura troppo alta degli alimenti: La cottura degli alimenti impoverisce di molto la quantità delle vitamine, C, E e del complesso B.

Farmaci antibiotici: l'assunzione di farmaci antibiotici possono provocare carenze delle vitamine del gruppo B.

Malattie debilitanti: Durante una malattia o dopo un intervento chirurgico l'organismo richiede di assorbire un maggior numero di vitamine del gruppo B, vit C e vit E.

Stress: In soggetti stressati è bene una supplementazione delle vitamine del gruppo B e C

Anzianità: con l'avanzare dell'età il corpo consuma maggiormente le vitamine B2, B6, C ed acido folico.

Ecco le vitamine più importanti:

Retinolo o vitamina A:

Questa vitamina scoperta dal dottor McCalIum contenuta nel burro, nell'olio di pesce e nel tuorlo d'uovo capace di far crescere gli animali da laboratorio e la chiamarono vitamina A ricordando che una carenza di vitamina A fa aumentare l'attività dell'arginasi renale e quella della xantinossidasi ossidasi nel fegato, impedendo una corretta utilizzazione degli amminoacidi per la sintesi proteica ed è anche interessante sapere che vanta un ruolo fondamentale nel rinnovamento degli epiteli, nella funzione sessuale e nella funzione visiva (attenzione a sovradosaggio pero').

Vitamina E alfa-tocoferolo:

La vitamina E è una vitamina conosciuta per il suo grande potere antiossidante, contro i crampi ed anche un aiuto per le persone che sofftono di colesterolo alto.

Vitamina B1 la tiamina:

Vitamina è contenuta prevalentemente nella parte esterna dei cereali,entra nel metabolismo dei carboidrati ed è molto sfruttata nelle diete ricche di glucidi, la tiamina influisce sull'umore, sulla vivacità mentale e la contrazione cardiaca.

Vitamina b2 la riboflavina:

La vitamina B2 svolge un importante ruoto nel metabolismo dei grassi e delle proteine e serve alla formazione di alcuni enzimi ed al funzionamento del fegato, la funzione più importante consiste nell'aiutare i mitocondri dei muscoli a produrre nuova energia e per questo motivo viene molto apprezzata dagli atleti.

Niacina Vitamina B3:

Questa vitamina è basilare per il buon funzionamento del sistema nervoso centrale.

Vitamina B5 acido pantotenico:

Vitamina del complesso B che importanti funzioni nell'organismo in quanto ricarica le ghiandole surrenali, consentendo la costituzione di nitri gli ormoni surrenali e aiutando ad esempio a tollerare lo stress ed una carenza della suddetta vitamina causa: dermatiti, caduta dei capelli, cheratinizzazione della pelle, lesioni al fegato, alle gonadi, degenerazione delle fibre mieliniche e mancata sintesi degli ormoni surrenali.

La vitamina b6 Piridossina:

Vitamina indispensabile nel metabolismo degli addi nucleici e degli aminoacidi ed è importantissima per sistema nervoso ed una carenza di questa vitamina può portare a spasmi, irritabilità ed insonnia.

Vitamina b8 Vitamina h biotina:

La biotina è indispensabile alla buona conservazione della pelle, dei capelli, dei nervi e delle ghiandole sessuali e svolge anche un'importante ruolo nel metabolismo degli aminoacidi ramificati, una carenza di biotina può portare ai seguenti sintomi:

  • pelle disidratata
  • desquamazione della pelle
  • irritazione della pelle agli angoli della bocca e intorno alle narici
  • favorire calvizia

Vitamina b12 la cianocobalamina:

La vitamina b12 ccoperta nel 1950 è una sostanza sostanza rossa presente nel fegato e capace di curare vari problematiche come l'anemia ed è indispensabile al sistema nervoso centrale, che agisce sul cervello e sulla mielina ovvero la sostanza protettiva che circonda le fibre nervose ed il midollo.

Questa vitamina favorisce anche tanto che viene spesso integrata nelle formule di prodotti ricostituenti da utilizzarsi dopo trascorsi patologici.

Acido folico:

L'acido folico in sinergia con la vitamina b12 nella formazione dei globuli rossi, nella sintesi dedi acidi nucleici e nella produzione degli anticorpi ed è di basilare importanza per le donne in gravidanza in quanto previene le malformazioni fetali.

Vitamina C:

La vitamina C è la vitamina forse più conosciuta ed utilizzata da tutti è utile a:

  • migliorare il sistema immunitario
  • diminuisce il colesterolo totale
  • contribuisce assieme ad altri minerali migliorare il soggeto colpito da sterilità maschile
  • coinvolta nella biosintesi della carnitina, fattore indispensabile durante l'ossidazione degli acidi grassi;
  • contribuisce ad aumentare la prontezza di apprendimento intellettuale
  • blocca la produzione delle nitrosammine e quindi può essere utile alla prevenzione dei tumori

Quando e perchè assumere le vitamine

Integratori alimentari

Lascia il tuo commento: