Benefici della vitamina e

I benefici che apporta la vitamina e all'organismo sono molti, la vitamina e fa bene per tanti aspetti, ma il maggiore beneficio della vitamina E sta nelle sue proprietà antiossidanti. Distrugge i radicali liberi combinandosi con l’ossigeno. Protegge i grassi polinsaturi e altri composti sensibili all’ossigeno, come la vitamina A, dall’essere distrutti dai danni delle reazioni ossidative.

Benefici della vitamina e

Benefici della vitamina e

Vitamina E e antiossidanti

Le proprietà antiossidanti della vitamine E sono importanti anche per le membrane cellualri. Per esempio, la vitamina E protegge le cellule del polmone che sono in costante contatto con l’ossigeno e le cellule dei globuli bianchi che aiutano a combattere le malattie.

Ma i benefici della vitamina E nel suo ruolo antiossidante possono essere molti di più. Ci sono prove che la vitamina E protegge contro i disturbi del cuore e può rallentare il deterioramento associato all’età. Comunque, come per il betacarotene, gli effetti della vitamina E nella prevenzione delle malattie cardiache può essere sensibile sia ai tempi sia alle dosi.

La vitamina E agisce come antiossidante anche nei cibi. Negli oli vegetali aiutan a tenerli lontani dall’ossidazione e dal divenire rancidi. D’altra parte, protegge la vitamina A nei cibi dall’essere ossidata. Questo fa della vitamina E un utile conservante dei cibi.

Il valore terapeutico della vitamina E

Come antiossidante con un alto potere, la vitamina E aiuta a prevenire il cancro, i disturbi cardiaci, gli infarti, la cataratta e possibilmente i segni dell’età. Protegge le pareti delle arterie e il colesterolo “cattivo” dall’essere ossidato. L’ossidazione del colesterolo LDL segna l’inizio dell’ostruzione delle arterie. Alti livelli di vitamina E nell’organismo diminuiscono il rischio di un attacco di cuore nella maggior parte delle persone.
Combatte dinamicamente il cancro, la vitamina E protegge la cellule e il Dna dai danni che possono trasformarsi in cancro. Riduce la crescita del tumore mentre potenzia le funzioni immunitarie e previene le sostanze pre-cancerose dal divenire carcinogene. Alcuni studi con i topi mostrano che la vitamina E applicata alla pelle può prevenire il cancro della pelle derivante dall’esposizione ai raggi ultravioletti.
Le donne che soffrono di fibrocisti al seno possono spesso trovare un sollievo da integrazione di vitamina E. Il disturbo fibrocistico al seno è caratterizzato da seni dolenti, qualche volta con gonfiore, che inizia diversi giorni prima del periodo mestruale. I ricercatori non sono sicuri che la vitamina E aiuti a migliorare questa condizione, ma numerosi studi indicano che ciò avviene. Questo nutriente tiene il sistema nervoso in salute proteggendo la guaina di mielina che circonda i nervi. Sembra che prevenga la degenerazione mentale dovuta all’età, possibilmente comprenso il morbo di Alzheimer.
Gli atleti necessitano di un adeguato apporto di vitamina E. Il metabolismo dell’organismo crea i radicali liberi durante un eccessivo esercizio aerobico. Le riserve di vitamina E assicurano che questi radicali libero non vadano fuori controllo causando problemi. La terapia con vitamina E può anche trattare i crampi nei muscoli che possono verificarsi di notte o durante gli allenamenti. Ai bambini prematuri viene data vitamina E per ridurre o prevenire i danni causati dall’ossigeno alla retina dell’occhio in seguito alla ventilazione artificiale.
Studi in corso sugli animali suggeriscono che la vitamina E può limitare i danni ai polmoni causati dall’inquinamento atmosferico. Sembra che la vitamina E possa ridurre l’attività dei comuni inquinanti come l’ozono e il diossido di nitrogeno. La vitamine E applicate ai tagli può favorire la guarigione poiché minimizza le reazioni di ossidazione nelle ferite e le mantiene umide. Molte donne riportano che la vitamina E riduce le vampate e gli altri sintomi della menopausa.

Quali sono gli alimenti con più vitamina E?

Un’ottima fonte vegetale di vitamina E è l'olio di germe di grano. Si trova anche negli olii vegetali spremuti a freddo (soia, arachidi, mais, olive), nel tuorlo d'uovo, nei semi interi e noci. Tuttavia, la vitamina E viene distrutta da processi di cottura come la frittura, dai raggi ultravioletti, dall’ambiente alcalino (come il bicarbonato di sodio), dall’ossigeno e dai sali ferrosi. Gli alimenti che contengono grandi quantità di vitamina C possono favorire l’assorbimento della vitamina E, ad esempio i broccoli e il cavolfiore, che contengono entrambi anche la vitamina E.

Dosaggio quotidiano consigliato di vitamina e

Di norma, il fabbisogno giornaliero per gli adulti è di 10 mg, ma può essere molto superiore quando si vogliano utilizzare le sue proprietà antiossidanti per rafforzare le difese, prevenire il cancro, le malattie cardiovascolari.
La vitamina E è un’antitrombina molto efficace nel flusso sanguigno, poiché inibisce la coagulazione del sangue e previene così la formazione di trombi. La vitamina E può ridurre l’ossidazione dei grassi che avviene con l’età, studi sperimentali non hanno mostrato un allungamento della vita negli animali. Non sono stati notati neanche segni di controllo sull’invecchiamento, le rughe e i capelli grigi.

Considerazione finale sui benefici della vitamina e

Comunque, la vitamina può ritardare o prevenire alcuni disturbi, come la perdita di funzioni correlata all’età. Recenti studi hanno riportato miglioramenti nella memoria a breve termine in adulti anziani che assumono integratori di vitamina E. Mentre la vitamina E può non far vivere più a lungo, può aiutare a vivere un po’ meglio in età avanzata. Esistono molti usi della vitamina E che la scienza ha appena iniziato a indagare.

La vitamina e risulta essere una vitamina molto importante per via dei benefici che apporta.

Salute alimentazione

Scrivi un commento in merito all'articolo dal titolo benefici della vitamina e

Mangio 3 noci al giorno e si è abbassato il colesterolo

da quando mangio le noci tre al giorno si e' abbassato il colesterolo cioe' da 228 e andato a 180

La più ricca fonte di vitamina E

So per certo che la fonte più potente in natura di vitamina E si trova nei semi di anato. I semi di anato, (in brasiliano "urucum"), una pianta amazzonica che in gran parte del Brasile viene usata da sempre perchè da questi semi se ne ricavano un ottimo condimento/colorante naturale per gli alimenti. Da questi semi provieni i "trocotrionoli" che è la Vitamina E più potente fin'ora in natura. Ricordatevi trocotrionolo è la vitamina E più pura e potente che esiste.

Lascia il tuo commento: