Vomito bambini neonati

Per varie cause i bambini possono accusare episodi di vomito anche ricorrenti.

Vomito bambini cosa fare? Quali sono le cause? La maggior parte dei bambini ha avuto episodi di vomito, sia quelli allattati al seno che quelli alimentati col biberon. Spesso un bambino quando si ammala ha dei problemi allo stomaco.

Il vomito nei bambini non è pericoloso, a meno che il bambino non sia troppo piccolo e non sia messo di lato se si trova nel lettino.

Vomito bambini neonati

Vomito bambini

Sono tante le cause che possono causare il vomito:

  • se un bambino sta bene e vomita una piccola quantità è perché o ha mangiato oppure ha bevuto troppo;
  • spesso il vomito è associato alla diarrea; in questo caso ci può essere un'infezione virale;
  • se ad un bimbo subentra un'otite, un'infezione delle vie urinarie, appendicite, mal di gola e febbre, può avere anche il vomito;
  • a scuola ci sono stati casi di bambini sotto stress che hanno risposto con manifestazioni di vomito. Se il tutto accade spesso, bisognerà rivolgersi al medico.

Cosa fare in caso di vomito nei bambini?

  • Un bambino dopo che ha vomitato dev'essere invitato a fare degli sciacqui con acqua e lavarsi i denti.
    Il vomito lascia le sostanze acide in bocca che bisogna eliminarle;
  • ai bimbi piccoli viene data dell'acqua;
  • nella maggior parte dei casi, chi vomita ha la fronte sudata ed è molto stanco. Non bisogna fare altro che asciugare il viso e riposare;
  • chi allatta può continuare a farlo, ma se il vomito non cessa bisogna rivolgersi al medico;
  • se si tratta di un ragazzo che vomita, bisogna evitare di fargli assumere, latte, prodotti caseari e cibi grassi;
  • il bambino dev'essere idratato, se neonato col latte materno, se più grande con acqua e succhi di frutta diluiti;
  • ovviamente l'idratazione non può avvenire subito dopo il vomito, bisogna far riposare il paziente e magari dargli da sorseggiare un cucchiaino da caffè ogni tanto;
  • piccoli dosi di acqua con un cucchiaino anche ai neonati;
  • l'ideale è usare acqua a temperatura ambiente.

Come si può prevenire la disidratazione?

  • se il vomito con diarrea dura un paio di giorni, la situazione non è grave, ma se è un periodo maggiore, bisogna subito chiamare il medico;
  • per idratare si possono acquistare soluzioni a base di carboidrati ed elettroliti, che assicurano al bambino una reidratazione;
  • ci sono poi dei rimedi casalinghi: limonata oppure la semplice acqua e zucchero ed un pizzico di sale.
    Per un litro di acqua, occorrono 8 cucchiaini di zucchero ed uno di sale. Anche in questo caso se passano più di 2 giorni, rivolgersi al medico.

Come si può capire che bisogna reidratare?

  • Prima cosa controllare la frequenza dei viaggi in bagno;
  • prestare attenzione ai pannolini dei bambini;
  • se il bambino piange e non ha lacrime, è segno di disidratazione;
  • verificare la bocca: le labbra e l'interno della bocca devono essere umide e rosa e sulla lingua ci dev'essere la saliva.

Si può definire il vomito come malattia grave?

Se in un bambino di 3 o 5 settimane si verificano episodi vomito molto forte e ravvicinati, potrebbe avere uno stenosi pilorica, altro non è che una forma di chiusura dello bocca dello stomaco. In questo caso la soluzione è chirurgica ed il recupero è completo.

Gravidanza on line

Lascia il tuo commento: