Warfarin : effetti collaterali e controindicazioni del warfarin

Il warfarin è un farmaco molto diffuso e consumato in caso di varie problematiche e ma come tutti i farmaci prima di assumerlo è buona regola documentarsi su possibili interazioni con altri prodotti, controindicazioni e possibili effetti collaterali.

Warfarin a cosa serve? Il warfarin è un farmaco anticoagulante che impedisce che il sangue sia troppo denso e ne favorisce il suo deflusso rendendolo più fluido.

Warfarin : effetti collaterali e controindicazioni del warfarin

Warfarin

Quando si prescrive il warfarin?

Viene somministrato a quelle persone che corrono il rischio di incorrere in una trombosi oppure a quelle persone alle quali è stata già riscontrata la presenza di un sangue coagulato.

A cosa serve il warfarin?

Questo farmaco è pertanto usato per trattare patologie conclamate ma anche come prevenzione ed in particolare:

  • nei casi di formazioni di grumi di sangue nelle gambe si parla di trombosi profonda delle gambe;
  • nei casi di ictus oppure nei casi meno gravi di TIA cioè Attacchi Ischemici Transitori;
  • nei casi di embolo polmonare, presenza di grumi di sangue nei polmoni;
  • nei casi di infarto.

Per quanto tempo può essere assunto il warfarin?

La durata del trattamento non è mai specificata perché bisogna valutare se nel periodo di assunzione ci sono variazioni positive o negative.

Come funziona il warfarin:

L'azione del farmaco è quella di impedire alla vitamina K di assolvere alla sua funzione che è quella di coagulante del sangue.

Farmaci alternativi al warfarin:

Ci sono altri farmaci che assolvono alla stessa funzione del warfarin e che hanno nomi diversi come ad esempio il sinthrome ed il phenindione.

Modalità di assunzione del warfarin:

Il warfarin è un farmaco molto forte e prima di essere assunto quotidianamente è necessario sottoporre il paziente ad un esame del sangue specifico che prende il nome di INR (Rapporto Internazionale Normalizzato), ha lo scopo di verificare come si comporta il sangue una volta preso il farmaco e, sulla base dei risultati del test, verrà stabilita la dose esatta da far assumere al paziente.

Poiché i risultati del test possono variare ogni volta che ci si sottopone all'INR, al paziente saranno consegnati dei blister di warfarin di diversi colori, ad ognuno dei quali corrisponde un dosaggio di farmaco diverso, ed in base al referto il paziente sarà anche informato su quella che sarà l'esatta quantità di warfarin da prendere la sera e sempre alla stessa ora.

Quando è pericoloso assumere il warfarin (controindicazioni):

L'assunzione di questo farmaco è sconsigliata in presenza di:

va assunto con particolari precauzioni in presenza di:

  • emofilia;
  • problemi a carico del fegato;
  • problemi a carico dei reni;
  • età avanzata;
  • se si è reduci da intervento chirurgico.

Effetti collaterali del Warfarin

Questo farmaco ha il compito di rendere il sangue più fluido, di conseguenza in presenza di sanguinamento anomalo bisogna rivolgersi immediatamente al proprio medico di famiglia soprattutto in presenza di:

  • sangue nelle feci oppure nelle urine;
  • lividi;
  • rinorragia (sangue dal naso);
  • sanguinamento gengivale;
  • emottisi ( sangue mentre si tossisce);
  • insolita cefalea;
  • mestruazioni molto abbondanti;
  • in caso di incidente stradale se il paziente ha subito grossi traumi al cranio;
  • quando non si è in grado di bloccare l'emorragia;

effetti che si presentano con minore frequenza sono:

  • eruzioni sulla pelle;
  • diarrea;
  • nausea e vomito.

Interazioni con altri farmaci:

Il problema dell'interazione tra farmaci è un argomento molto discusso perché capita che in molti casi l'assunzione contemporanea di più farmaci può portare alla non assimilazione di uno, perché l'altro o gli altri inibiscono l'azione del farmaco meno forte. In questi casi bisogna rivolgersi al proprio medico e chiedere quale possa essere la corretta modalità di assunzione del farmaco per evitare di essere preso inutilmente. Da non trascurare l'interazione tra farmaci ed erbe medicinali in quanto anche queste ultime possono ostacolare l'assorbimento del farmaco.

Il consiglio è sempre quello di evitare il fai da te e seguire sempre le istruzioni del medico.

Assunzione di aspirina ed antidolorifici

Se un paziente è in terapia col warfarin deve prestare attenzione a:

  • non prendere farmaci a base di acido acetil-salicilico, la normale aspirina, perché potrebbe essere causa di emorragie;
  • non assumere ibuprofene;
  • il paracetamolo può essere preso ma sotto stretto controllo medico.

Cosa fare nel caso in cui si dimentichi di assumere il Warfarin:

È consigliato prendere il farmaco una volta al giorno la sera sempre alla stessa ora.

Nel caso in cui ci si dimentichi di assumere il warfarin e non è ancora passata la mezzanotte, si può prendere metà dose, mentre nel caso in cui sia passata la mezzanotte ne è sconsigliata l'assunzione e si passa direttamente a quella del giorno dopo che andrà ovviamente assunta la sera alla solita ora.

Ci sono pazienti che assumono il warfarin la mattina, e nel caso di dimenticanza viene il suggerimento fornito è il seguente:

  • se sono trascorse meno di 2 ore dall'orario in cui si doveva prendere il farmaco, assumere la dose senza problemi;
  • se sono poco più di ore, prendere lo stesso il farmaco ma in caso di dubbi rivolgersi al medico.

Nel caso in cui venga assunta una dose sbagliata di farmaco è sempre meglio rivolgersi o al medico oppure direttamente all'ospedale per maggiore tranquillità.

Le domande più frequenti in caso di rinorragia (sangue dal naso):

  • portare la testa in avanti per favorire la fuoriuscita di sangue;
  • compressione delle narici nella parte alta (dove di solito si reggono gli occhiali).

Agendo in questo modo l'emorragia passa subito, nel caso in cui non dovesse succedere bisogna immediatamente rivolgersi all'ospedale.

Nel caso di estrazione dentaria è necessario far presente al dentista che si è sotto terapia col warfarin, tant'è che in molti casi prima di estrarre un dente viene addirittura sospesa la terapia farmacologica per paura di una emorragia post estrazione.

Si possono fare le normali vaccinazioni?

La risposta è SÌ a patto che:

  • le vaccinazioni siano fatte sottocute;
  • dopo la somministrazione venga esercitata una forte pressione sulla parte per almeno 10 minuti;
  • non fare iniezioni per intramuscolo perché si possono formare grossi lividi.

Si può praticare sport mentre si è in terapia col Warfarin?

Lo sport è assolutamente consigliato purchè non sia uno sport di contatto che possa provocare emorragie come ad esempreio la boxe, rugby e arti marziali in genere.

Altri sport come ad esempio atletica, ciclismo possono essere praticati indossando idonee protezioni.

Se il paziente che assume il farmaco è un ragazzo in età scolare, deve fare presente la sua situazione, affinchè non debba presenziare a manifestazioni sportive come calcio o altri sport da contatto, ci dev'essere nella scuola personale esperto che sappia intervenire in caso di sanguinamento.

I piercing sono assolutamente da evitare sia per il problema di una eventuale emorragia quanto soprattutto per una eventuale infezione.

Si può partire per le ferie all'estero?

Il paziente può condurre una vita normale, anche andare in ferie, è ovvio che dovrà avere maggiore cura per il proprio corpo portandosi dietro una dose abbondante di farmaco e laddove la vacanza si dovesse protrarre per più di un mese, dovrebbe prima di partire informarsi sulla possibilità di rivolgersi ad un centro specializzato per fare un controllo dei parametri del sangue.

Il warfarin: mestruazioni e la gravidanza

Le pazienti che assumono il farmaco possono andare incontro a mestruazioni particolarmente abbondanti ma fortunatamente esistono dei farmaci che possono limitare queste perdite così forti. Le pazienti in terapia col warfarin devono comunicare al proprio medico l'intenzione di voler avere un bambino perché il farmaco è molto pericoloso per il bambino, soprattutto nelle prime settimane di vita.

Warfarin - effetti collaterali interazioni e controindicazioni

Naturale benessere

Lascia il tuo commento: