West nile virus Contagio sintomi Vaccino

Il virus West nile è un virus che presenta una sintomatologia molto complessa:

Il Virus West Nile (WNV) è una malattia virale diffusa dalle zanzare, questo virus è parte della famiglia Flaviviridae, che comprende anche l'encefalite giapponese, febbre gialla e la febbre dengue.

La maggior parte dei casi di WNV non sono gravi, e anche se si viene punti da una zanzara infetta, si può non essere soggetti a nessun sintomo.

Occasionalmente, tuttavia, la puntura da una zanzara infetta può provocare l'infiammazione del cervello (encefalite), e del midollo spinale (mielite) o dei tessuti che circondano il cervello e il midollo spinale (meningite), tenendo conto pero' che il Virus West Nile provoca gravi patologie in meno dell'1% di persone che sono infette.

West nile virus Contagio sintomi Vaccino

West nile virus

Dove si trova?

I focolai di virus del Nilo occidentale si verificano principalmente in Egitto, Israele, India, Pakistan, Francia, nelle zone del Mediterraneo settentrionale e in qualche parte dell'Europa orientale (ci fu una epidemia di grandi dimensioni a Budapest nel 1996).

Nel 1999, il virus apparve a New York e da allora si diffuse rapidamente in tutto il Nord America e più recentemente in Canada, Messico, Centro America e nelle zone dei Caraibi.

L'aumento dei casi di WNV in Europa continentale e negli Stati Uniti ha portato a timori che sia solo una questione di tempo prima che arrivi nel resto d’ Europa.

Finora non sono stati segnalati casi a livello centro-europeo, anche se nel 2004 due turiste irlandesi sono rientrate a casa con il virus dopo una vacanza in Portogallo.

Come si sviluppa?

Il WNV è spesso diffuso dalla puntura di una zanzara infetta.

Le zanzare si infettano quando si nutrono di altri insetti volatili infetti.

Poi il virus viene diffuso agli esseri umani e agli animali attraverso la puntura di queste zanzare.

Il contagio può anche avvenire attraverso un trapianto d'organo o una trasfusione di sangue, anche se questo tipo di casi è raro.

Vi sono anche studi che provano che il WNV può essere trasferito da una madre al suo bambino durante la gravidanza, alla nascita o attraverso il latte materno.

Ancora una volta però, questo accade molto raramente.

Quali sono i sintomi del virus West Nile?

Nella maggior parte delle persone (circa il 80%), il WNV non provoca alcun sintomo.

In altri casi il virus provoca lievi sintomi simili ad un’influenza, che possono includere alcuni o tutti i seguenti sintomi: febbre, cefalea, dolore alla schiena, dolori muscolari, mancanza di appetito, mal di gola, nausea, vomito, dolori addominali e diarrea.

Questi sintomi compaiono solitamente da tre a 14 giorni dopo essere stati punti dalla zanzara e possono durare da tre a sei giorni.

Nei casi più gravi (meno dell'1% delle persone infette), il virus provoca un'infezione più grave del cervello e del sistema nervoso, tra cui l'encefalite (un'infiammazione del cervello), meningite (infiammazioni della membrana che circonda il cervello e il midollo spinale) o paralisi.

I sintomi comprendono febbre alta, forti mal di testa, rigidità del collo, disorientamento, tremori o spasmi muscolari, mancanza di coordinazione, convulsioni, stupore o coma e paralisi parziale.

Come per molte altre malattie, le persone con più di 50 anni sono più a rischio di sviluppare sintomi più gravi di WNV se vengono infettate.

Diagnosticare il virus del Nilo occidentale:

Chi si dovrebbe contattare se si pensa di essere stati infettati dal virus?

Se iniziano a manifestarsi sintomi mentre si è in viaggio, si consiglia di contattare un medico, un ospedale locale o operatore sanitario non appena questo sia possibile, soprattutto se i sintomi sono gravi.

Durante viaggi in zone poco frequentate e selvagge, è necessario dirigersi il più velocemente possibile verso un’ area con più civilizzata, dove sia più probabile trovare un medico e cure mediche.

Che cosa comporta la diagnosi?

  • Se un medico sospetta l’ infezione da WNV, sarà necessario richiedere notizie sulla storia clinica della persona contagiata. Sarà necessario inoltre fare domande su destinazioni di viaggi recenti e la natura dei sintomi, e sulla possibilità di essere stati punti dalle zanzare.
  • Saranno effettuati esami del sangue per verificare la presenza degli anticorpi per la lotta contro il virus. Se gli anticorpi sono presenti, si potrebbero effettuare ulteriori esami per confermare i risultati.
  • Se i sintomi sono gravi, si può essere sottoposti a una puntura lombare, per verificare la presenza di anticorpi e segni di infezione nel liquido cerebro-spinale che circonda il cervello e il midollo spinale. Questo serve a verificare la possibile presenza di meningite.
  • Una risonanza magnetica (MRI) può essere effettuata per verificare se il cervello è soggetto a gonfiori.

Come viene curato virus del Nilo occidentale (WNV)?

Come può essere curato?

  • Se avete lievi sintomi di WNV non è di solito consigliato nessun trattamento medico dopo alcuni giorni o settimane spariranno da soli.
    Non esiste un trattamento specifico per un'infezione più grave.
  • Se i sintomi sono più gravi sarà necessario recarsi in ospedale, dove saranno somministrati trattamenti di supporto quali liquidi per via endovenosa, aiuto per la respirazione e assistenza infermieristica.

Quanto effettiva è la terapia?

Se i sintomi sono lievi, una completa guarigione avviene senza effetti collaterali a lungo termine.

Se i sintomi si sviluppano in l'encefalite o meningite, le prospettive sono meno buone.

Questo può essere causa di danni cerebrali e di morte (il 10% circa delle persone con danni cerebrali non sopravvive).

Cosa fare prima di mettersi in viaggio

C'è qualcosa che posso fare per ridurre il rischio di contrarre l’ infezione prima di fare un viaggio?

  • Se avete in programma di trascorrere un periodo in una zona dove si è certi che il WNV è presente, è importante essere consapevoli dei potenziali fattori di rischio, soprattutto se in età sopra i 50, ed è opportuno adottare le dovute precauzioni per proteggersi contro le punture di zanzara.
  • Non esiste un vaccino disponibile per il WNV, anche se la ricerca medica sta lavorando allo sviluppo di un vaccino efficace. Verificare con il proprio medico per essere al corrente sugli ultimi sviluppi.
  • Assicurati di stipulare un'adeguata assicurazione di viaggio per i paesi che si stanno visitando. Se viaggiate in Europa, assicurarsi di avere la tessera sanitaria europea per i viaggiatori, nonché di avere una valida tessera per l’assicurazione.
    La tessera sanitaria europea per i viaggiatori è gratuita in molti Paesi, e potrebbe far risparmiare un sacco di soldi e fatica in caso di bisogno di assistenza medica anche quando si è lontani da casa. Il modo più semplice e veloce per ottenere la tessera sanitaria europea per i viaggiatori è di ricercare presso i vari siti Web dedicati a chi viaggia.
  • Verificare che la polizza di assicurazione copra i casi di rimpatrio per motivi medici, e che dia informazioni utili su cosa fare in caso di malattia grave.

Mentre si è in viaggio

Cosa si può fare per proteggersi da questo virus?

Poiché non esiste un trattamento efficace contro il WNV, tutto quello che si può fare è assicurarsi di proteggersi dalle punture delle zanzare in ogni momento.

Se il virus è segnalato nella zona o vicino alla zona in cui si viaggia, ascoltare con particolare cura e attenzione le notizie locali in materia di contagio dal virus.

  • Le zanzare che portano IL WNV colpiscono nelle ore diurne. Per cui bisogna proteggersi in ogni momento della giornata, e non solo dopo il tramonto.
  • Portare vestiti larghi, maglie con le maniche lunghe e pantaloni lunghi per evitare le punture di zanzara.
  • Applicare repellenti per gli insetti sulla pelle esposta, avendo cura di evitare di toccare gli occhi.
  • Le zanzare possono pungere anche attraverso i vestiti sottili, spruzzare i vestiti con repellente per insetti può essere molto utile.
  • Le zanzare si riproducono nell'acqua stagnante. Se si notano pozzanghere di acqua stagnante nei cestini dei rifiuti o nei vasi da fiori, assicurarsi di scolarli al più presto.

Informazioni sul Virus West Nile...

Malattie

Lascia il tuo commento: