Zeodaria

La zedoaria è un altro tipo di curcuma, a questa pianta officinale vengono attribuite proprietà carminative atte a migliorare, stimolandola, la funzionalità digestiva, la curcuma zedoaria viene impiegata come stomachico e carminativo, in caso di gastroenterite atonica e di rado è adoperata però da sola; per lo più, infatti, viene associata ad altre piante amare.

L'odore è simile a quello dello zenzero e il sapore è fortemente canforato.

Zeodaria

Zeodaria

Nome comune: Zedoaria
Francese:
Zédoaire
Inglese: Zedoary

Famiglia: Zingiberaceae
Parte utilizzata: rizomi

Costituenti principali zedoaria:

  • olio essenziale 1 -1,5%: cineolo.
  • zedoarina (p. amaro); amido; sostanze gommose.

Attività principali: amaro-aromatiche, stimolanti.
Impiego terapeutico: dispepsia; uso cosmetologico.

La Curcuma zedoaria trova impiego principalmente nel settore farmaceutico e liquoristico come aromatizzante e correttivo del sapore ed in quello alimentare come condimento.

L'olio essenziale viene indicato come stimolante e tonificante in preparati per massaggi sportivi riattivanti, in bagni-doccia vivificanti e come coadiuvante nel trattamento dell'adiposità cutanea.

Curiosità:

  • La Zedoaria, pianta originaria delle Indie Orientali e dell'isola di Giava, rientrava nella formulazione del Balsamo di Fioravanti.
  • «È questa radice un medicamento sommamente stimolante, che opera allamaniera dello zenzero, della curcuma e del zerumbetto, altre piante della stessa famiglia; e quindi di rado la si adopera sola; entra essa altresì in alcune antiche preparazioni farmaceutiche, come la polvere di Charas, il filonio romano e simili »

La zeodaria...

Erbe officinali piante medicinali

Lascia il tuo commento: