Erboristeria fitoterapia dimagrire

Uno degli impieghi più comuni della fitoterapia è il consumo di prodotti utili come coadiuvanti per dimagrire, in abbinamento ad una dieta ipocalorica, e disponibili in varie marche e formulazioni presso qualsiasi erboristeria.

  • Hoodia gordonii: funziona?

    Hoodia gordonii - L'Hoodia gordonii quali proprietà possiede?
    Hoodia gordonii funziona veramente per dimagrire? In italia si trova? L'hoodia gordonii è un cactus che cresce principalmente nel deserto e che ha colpito il mercato rapidamente, dato i suoi presunti benefici per il controllo e la perdita di peso. Essenzialmente l'hoodia gordonii viene proposto come "soppressore dell'appetito" e utilizzato solo come integratore, in combinazione ad altri ingredienti e persino ad altre compresse coadiuvanti per la perdita di peso. Ma funziona? L'hoodia gordonii è estremamente popolare ma sono stati fatti studi limitati e non si sa quali possano essere gli effetti a lungo termine per chi assume questo integratore.
  • Decotto

    Decotto
    Nel decotto principalmente si impiegano radici e cortecce di piante officinali dato che i principi attivi in esse contenute reggono meglio il calore. Il decotto si prepara tramite la bollitura in acqua di queste per un tempo non inferiore ai trenta minuti.
  • Fucus per dimagrire

    Il fucus fa dimagrire - Il fucus vesiculosus funziona per dimagrire
    È vero che il fucus fa dimagrire? Questa è la domanda che si pongono molte persone invogliate dalle pubblicità di prodotti per il controllo del peso che lo contengono, dimagrire, dieta, perdere peso, sovrappeso, girovita pesante ecc, sono purtroppo termini ricorrenti nella vita di molti di noi. Le cause per i chili in più sono molte e diverse, ma sicuramente la chiave per la perdita di peso è quella di bruciare più calorie di quelle che si introducono e altrettanto certamente una corretta combinazione di dieta ed esercizio fisico può facilitare tutto ciò.
  • Boswellia serrata (proprietà e controindicazioni)

    Boswellia serrata - Boswellia serrata controindicazioni e proprietà
    Come funziona la boswellia serrata? Esistono effetti collaterali? Boswellia Serrata è una pianta indiana con una ricca tradizione nel sistema sanitario Ayurveda. Le popolazioni più antiche di tutto il mondo si affidano alla Boswellia serrata per aiutare la loro gente a condurre una vita sana e attiva. La gomma-resina della Boswellia serrata è fragrante, trasparente e gialla-brunastra, ed ha potenti proprietà anti-infiammatorie che sono stati dimostrate in clinica. È risultata essere anche anti-batterica, analgesica e sedativa.
  • Cola: noce di cola

    Noce di cola - Proprietà ed effetti collaterali della noce di cola
    Noce di cola proprietà e controindicazioni? La noce di cola è il frutto di un particolare albero sempreverde che cresce nelle foreste pluviali di Africa, Brasile e Giamaica. Il suo gusto originario è amaro, anche se questa caratteristica non impedisce a milioni di persone di cibarsi di esso. La noce di cola è stata utilizzata per secoli dalle civiltà antiche, in quanto veniva sia masticata per ripristinare la vitalità di una persona e per promuovere la digestione, sia consumata per agire da stimolante sessuale, sia impiegata come particolare incenso durante le funzioni religiose. Da tale frutto ricco di caffeina viene ricavata anche una bevanda molto popolare tra i musulmani, che non possono bere alcolici.
  • Caffeina: la caffeina

    Caffeina - Proprietà controindicazioni e effetti collaterali caffeina
    La caffeina per le sue proprietà ed effetti è presente in vari integratori, la caffeina fa parte di un gruppo di lipidi denominati purine, il cui termine chimico è 1,3,7-trimetilxantina che naturalmente si trovano nel caffè, nel tè, nella cioccolata, nel cacao e nella noce di cola. In natura vi sono circa 63 specie vegetali contenenti caffeina nei loro semi, foglie e frutti. La caffeina viene inoltre aggiunta alle bevande gassate ed anche ad alcuni farmaci. La quantità di caffeina contenuta in una tazzina da caffè espresso italiano è di circa 100mg invece nel caffè lungo americano varia dai 60 ai 150 mg.