Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Eclampsia gravidica: Pressione alta in gravidanza

    Pressione alta in gravidanza - Eclampsia in gravidanza
    Pressione alta in gravidanza? Quali sono i sintomi le cause? Cosa fare? Una donna su 10 in gravidanza può sviluppare l'ipertensione accompagnata dalla comparsa di proteine nelle urine (proteinuria) ed una quantità eccessiva di liquidi nel corpo (edema). Il tutto di solito non è riscontrato prima del sesto mese di gravidanza, ma in ogni caso solo 1 donna su 100 potrà riscontrare una forma grave di questa complicazione della gravidanza. La Pre-eclampsia, inoltre, può verificarsi anche fino ad una settimana dopo il parto del bambino.
  • Disidratazione bambini e neonati

    Disidratazione - Sintomi e cause disidratazione bambini e neonati
    La disidratazione nel neonato e nel bambino si presenta con sintomi precisi, neonati e bambini si disidratano più facilmente rispetto agli adulti, perché la produzione di liquidi è inferiore rispetto al peso corporeo. Ad essere eliminata però, non è solo l’acqua, come in genere si pensa, ma anche i sali minerali, con conseguente squilibrio nell’organismo.
  • Gravidanza isterica

    Gravidanza isterica cosa fare?
    Essendo un delicato momento della vita, quello della gravidanza, è opportuno conoscere i vari aspetti che essa nasconde, a tal proposito anche per meglio comprendere le sensazioni e i disturbi di una gravidanza isterica.
  • Assistenza al parto: Assistenza al secondamento

    Assistenza al parto - Assistenza al secondamento
    Assitenza al parto ed al secondamento è basilare in quanto il parto podalico per i rischi fetali che comporta, richiede sempre l'intervento del medico ed i problemi ad esso inerenti sono di competenza strettamente specialistica. Nei parti in presentazione cefalica l'assistenza va estesa a tutto il travaglio e richiede la sorveglianza del battito cardiaco fetale mediante l'ascoltazione con stetoscopio. Se ne rivelano il ritmo, la frequenza, il tono. Eventualmente le varie aritmie e frequenze al di sopra dei 160 ed al di sotto dei 100 battiti al minuto depongono per una sofferenza fetale.
  • Nausea in gravidanza (cause rimedi)

    Nausea in gravidanza - Cause e rimedi per la nausea in gravidanza
    Nausea in gravidanza, quali sono le cause ed i rimedi? Quando compare? Quando finisce? Nella prima metà della gravidanza, una sensazione di malessere o di nausea che porta, ad esempio, al vomito è abbastanza comune. Il grado di nausea e vomito varia da donna a donna. Si può solo avere un po’ di malore la mattina e vomitare una volta, o altrimenti si può soffrire di nausea e vomito in modo frequente costante tutto il giorno. La maggior parte delle donne non hanno più nausea dopo i primi tre mesi di gravidanza. Per altre, tuttavia, è ancora un disagio dopo quattro o cinque mesi.
  • Bruciori di stomaco in gravidanza

    Bruciori di stomaco in gravidanza
    La pirosi o i classici bruciori di stomaco sono un riscontro comune in gravidanza a causa dell’aumento della pressione addominale e dell’ipotono, indotto da fattori ormonali, della giunzione gastro-esofagea che spesso aumenta dopo i pasti. I pazienti che soffrono di pirosi non gradiscono i cibi acidi e sono attratti dai dolci e hanno spesso l’alito acido. Il rigurgito di cibo o di acidi gastrici è spesso associato a una sensazione di bruciore che parte al di sotto del processo xifoideo e si estende verso l’alto, dietro la regione dello sternale.