Gravidanza on line

In gravidanza cosa fare, cosa mangiare, cosa non mangiare e soprattutto cosa evitare? Questi sono i primi pensieri di una donna che ha iniziato da poco la gravidanza e alle prese con il conto delle settimane dei mesi e dei giorni che mancano alla nascita del suo bambino.

  • Parto: Il parto naturale

    Parto naturale - Come avviene ed eventuali complicazioni del parto
    Come avviene il parto naturale? Il parto naturale di un bambino inizia dal travaglio, il travaglio di parto è il processo mediante il quale il prodotto del concepimento è normalmente partorito. Esso richiede una sequenza di contrazioni uterine coordinate involontarie ed efficaci che vengono in genere aumentate dalla contrazione volontaria dei muscoli addominali. Negli ultimi anni si è sempre più affermata l'importanza dei fattori endocrini.
  • Smagliature dopo il parto

    Smagliature dopo parto - Cosa fare per le smagliature dopo il parto
    Le smagliature possono comparire dopo il parto oppure dopo un dimagrimento "sostanzioso" avvenuto in breve tempo, poiché tutte le donne fanno questo durante la gravidanza, una percentuale alta alla fine purtoppo le sviluppa. Le zone più frequentemente colpite sono seni, fianchi, braccia, cosce e pancia. Le smagliature si crepano come linee che si formano sulla pelle. Quando la pelle è stretto o allungata, il peso o la pressione fanno in modo di allungarle ulteriormente, più di quanto dovrebbe. Il tessuto connettivo viene danneggiato e piccoli strappi formano le linee di cui ci stiamo riferendo.
  • Come capire se si è incinta

    Come sapere se si è incinta - Come capire se si è incinta
    Come sapere se si e' incinta? Quali sono i primi segnali sintomi dell’inizio di una gravidanza? Per la maggior parte delle donne, il primo segno piuttosto indicativo di una gravidanza è il ritardo del ciclo, o meglio l’interruzione. Anche se, spesso, l'assenza delle mestruazioni può essere causato da molteplici fattori, se però in aggiunta, i seni di una donna cominciano a gonfiarsi o si ha nausea, specialmente al mattino, è probabile che si è incinta.
  • Sciatalgia in gravidanza

    Sciatalgia in gravidanza - Sintomi e rimedi sciatica in gravidanza
    Sciatalgia in gravidanza quali sono i sintomi ed i rimedi? Per sciatalgia si intende l’infiammazione del nervo sciatico con dolore acuto irradiato lungo il decorso del medesimo nervo : gluteo, coscia, ginocchio, gamba e piede; in genere colpisce un solo lato del corpo e si accompagna spesso ad una lombalgia. Il dolore è scatenato appunto dalla compressione delle radici nervose sensoriali che danno origine al nervo sciatico, si può dunque capire come una situazione come quella della gravidanza, possa sicuramente influire sulle pressioni a carico della colonna lombare e di conseguenza dell’unita disco intervertebrale - radice nervosa di questa zona del rachide.
  • Farmaci da evitare in gravidanza

    Farmaci da evitare in gravidanza - Farmaci in gravidanza
    Evitare alcuni tipi di farmaci durante la gravidanza è fondamentale proprio come modificare in generale il proprio stile di vita, sia per la propria salute che per quella del bambino, pertanto è utile cambiare le proprie abitudini anche nell'utilizzo di farmaci e chiedere sempre consiglio al medico prima dell'assunzione di un particolare farmaco qualora non si riuscisse per vari motivi ad interromperne l'utilizzo.
  • Reflusso esofageo neonati

    Reflusso esofageo neonati
    Anche nei neonati può sopraggiungere il reflusso esofageo, ma cominciamo dall'inizio: il parto è un momento molto importante sia per la futura mamma che per il futuro bimbo. Nel momento in cui la testa del neonato è alle prese con lo stretto della vagina, le due ossa parietali, nel tentativo di recuperare spazio, tendono a sovrapporsi leggermente sfruttando la plasticità delle strutture nel neonato. Una volta che la testa fuoriesce, queste ossa vanno incontro ad un processo noto come “esplosione cranica”, ovvero le due ossa parietali si ri-espandono e riprendono le loro fisiologiche posizioni. In questo processo può capitare che i rapporti articolari tra i parietali e le contigue ossa craniche quali i temporali e occipite, subiscano delle modificazioni posizionali o, comunque, vadano incontro a degli attriti.