Malattie

Informazioni gratis su tutte le malattie, i vari sintomi della malattie infettive piu' comuni, ed anche delle malattie rare come le malattie autoimmuni oltre a quelle della pelle molto diffuse in tutto il paese.

  • Ipermetropia e sintomi

    Ipermetropia sintomi - Quali sono cure e i sintomi della ipermetropia?
    Quali sono i diversi sintomi dell’ipermetropia? Le persone che soffrono di ipermetropia, ovvero di lungimiranza, hanno difficoltà nel vedere gli oggetti che si trovano vicini; molto spesso, questo difetto della vista non viene riconosciuto, tuttavia si avverte una eccessiva stanchezza ed un insolito dolore degli occhi, quando si legge e quando si scrive, in quanto queste attività comportano uno sforzo della vista nel mettere a fuoco gli oggetti vicini. L’ipermetropia, in alcuni casi, non viene diagnosticata immediatamente, soprattutto per quanto riguarda i casi di ipermetropia lieve, in quanto gli occhi tendono a correggere gli errori di rifrazione, derivanti da questo difetto della vista; tuttavia, con il passare del tempo, la capacità della lente naturale dell’occhio di correggere gli errori di rifrazione diminuisce, di conseguenza diviene necessario un trattamento per correggere il difetto di lungimiranza. I sintomi dell’ipermetropia dipendono proprio dalla difficoltà nel mettere a fuoco gli oggetti più vicini e possono manifestarsi già nei primi anni di vita, sebbene il difetto di lungimiranza sia tipico dell’età più avanzata.
  • Mola vescicolare Mola idatiforme

    Mola vescicolare - Mola idatiforme completa o parziale
    La mola vescicolare detta anche mola idatiforme è malattia del corion dai sintomi precisi e che può essere sia parziale che completa, la mola vescicolare in gravidanza è una problematica che coinvolge la membrana che avvolge l'embrione e gli annessi embrionali ed è caratterizzata dalla mutazione parziale o totale dei villi coriali in vescicolette rotondeggianti i quali possono raggiungere il diametro anche di due o tre centimetri e risultare pieni di liquido chiaro e unite tra di loro per formare un "grappolo". Le cause della mola vescicolare ancora non sono molto chiare ma tuttavia da varie ricerche è emerso che tale fenomeno ha una frequenza maggiore nelle gravidanze di donne in età.
  • Occhio pigro adulti

    Occhio pigro adulti (sintomi e cause diagnosi ed esercizi)
    L'occhio prigro può colpire anche soggetti adulti, l’occhio pigro è una condizione patologica di un occhio caratterizzata da una visione ridotta o scorretta, a causa della quale il cervello non riconosce completamente le immagini che vengono viste con l’occhio pigro; considerando questo problema, si capisce che gli occhiali e lenti a contatto non abbiano nessuna utilità nel correggere l’occhio pigro.
  • Naso chiuso

    Naso chiuso - Cause cure e trattamenti e consigli per naso chiuso
    Naso chiuso cosa fare? Anche voi volete non avere più il naso chiuso? Eccoci qui apposta per spiegarvi come porre rimedio al vostro naso chiuso, quindi prestate attenzione, perché oggi ci siamo qui noi ad assistervi nel vostro percorso che vi permetterà di liberarvi dal naso chiuso e tornare con semplicità, finalmente a respirare correttamente.
  • Unghia incarnita: sempre l'alluce

    Unghia incarnita - Cura cause e rimedi per l'unghia incarnita
    Unghia incarnita cosa fare? Sembra impossibile ma quando si parla di unghia incarnita l'alluce è sempre presente... cosa significa e determina la parola unghia incarnita? L'unghia incarnita si ha proprio quando i lati di un'unghia tende a crescere sotto la pelle delle dita, che sia delle mani o dei piedi, in breve l'unghia penetra la pelle che diventa rossa, gonfia e tutta infiammata fino a far formare anche infezione.
  • Cefalea tensiva

    Cefalea tensiva - Sintomi cause cure e rimedi per la cefalea tensiva
    Ti di cefalee tensive: La cefalea tensiva episodica può essere descritta come un dolore moderato e costante intorno alla fronte o sulla parte posteriore della testa e del collo; la durata di questo disturbo è variabile e va dai trenta minuti a più di un giorno, tuttavia, in entrambi i casi, il dolore si manifesta inizialmente in forma lieve, per poi aumentare progressivamente di intensità. La cefalea tensiva cronica, al contrario, è caratterizzata da pulsazioni che si avvertono sulla parte anteriore della testa; l’intensità di queste pulsazioni può variare nel corso del tempo, tuttavia il dolore è quasi sempre riscontrabile. La cefalea tensiva, in genere, non compromette le capacità visive e l’equilibrio, di conseguenza è possibile, nella maggior parte dei casi, svolgere le comuni attività quotidiane.